“L’illusione è la gramigna più tenace della coscienza collettiva: la storia insegna, ma non ha scolari” - Antonio Gramsci
HomeCulturaLocri Epizefiri e Archeoderi accreditati al Sistema Museale Nazionale

Locri Epizefiri e Archeoderi accreditati al Sistema Museale Nazionale

Con Decreto n. 346, il Direttore Generale Musei, prof. Massimo Osanna, ha dichiarato l’elenco dei musei statali che, afferenti alle Direzioni regionali, hanno passato la selezione e sono stati accreditati al Sistema Museale Nazionale. Quest’ultimo è un progetto del Ministero della Cultura che mira alla messa in rete dei musei e luoghi della cultura italiani al fine di migliorare la fruizione, l’accessibilità e la gestione sostenibile del patrimonio culturale. Per l’ingresso all’interno della rete, i musei devono dimostrare di possedere dei livelli minimi di qualità, cioè devono soddisfare dei requisiti nell’ambito dell’accessibilità, della fruizione, della sicurezza e della comunicazione. L’iter, avviato un anno fa, è stato completato nell’aprile scorso quando sono stati presentati i Musei che hanno concluso positivamente la fase di valutazione della Commissione allo scopo istituita. Per la Direzione regionale Musei Calabria, un ottimo risultato è stato raggiunto per il Museo e Parco archeologico nazionale di Locri Epizefiri e per il Museo e Parco archeologico Archeoderi di Bova Marina, entrambi diretti da Elena Trunfio, che entrano così ufficialmente all’interno del Sistema Museale Nazionale, segno tangibile della qualità dei due siti culturali del reggino.

«E’ un risultato particolarmente significativo e siamo orgogliosi di questo traguardo che condividiamo con La Cattolica e la Chiesa di San Francesco, anch’essi risultati idonei ad entrare nel Sistema. Sia a Locri Epizefiri che ad Archeoderi abbiamo avviato da tempo un percorso mirato al miglioramento dell’accessibilità, con un’attenzione massima all’apertura verso il territorio e alla partecipazione della comunità e dei visitatori. L’ingresso nel Sistema è un marchio di qualità che sancisce che i due Parchi archeologici reggini offrono al pubblico un servizio adeguato – ha commentato la Direttrice di Locri e Bova Marina Elena Trunfio. Questo risultato non è un punto di arrivo ma di nuova partenza: abbiamo dimostrato di possedere i livelli di qualità minimi imposti dal Ministero ma siamo a lavoro per raggiungere anche quelli di miglioramento».

L’adesione al Sistema costituisce un’opportunità di crescita, offrendo vantaggi in termini quantitativi e qualitativi per i visitatori e favorendo la competitività dell’Italia nel panorama turistico internazionale. I musei connessi tra loro possono segnare un punto di svolta e di apertura verso nuovi pubblici, agevolando l’individuazione di soluzioni integrate per avvicinare realmente le persone e garantire effettive esperienze di conoscenza.

«Voglio ringraziare, oltre ad Direttore ad interim della Direzione regionale Musei Calabria Filippo Demma, tutti le colleghe e i colleghi in servizio a Locri e a Bova Marina. Siamo una squadra coesa e collaborativa e questo traguardo è il frutto di un impegno costante e di un lavoro che svolgiamo con passione e senso di responsabilità nei confronti del patrimonio che ci è stato affidato – ha concluso la Direttrice».

Si segnala che il Museo e Parco archeologico nazionale di Locri Epizefiri è aperto dal martedì alla domenica, dalle ore 9.00 alle 20.00, il Museo e Parco archeologico Archeoderi di Bova Marina è visitabile dal martedì alla domenica, dalle ore 8.30 alle 14.00. Il 2 e il 4 giugno l’ingresso a Locri Epizefiri è gratuito, a Bova Marina l’accesso è sempre gratuito.

Articoli Correlati