“La falsità è la verità degli altri” - Oscar Wilde
HomeCalabriaCosenzaMarco Valentini nominato Presidente onorario della Sezione “Intelligence” dell’Università della Calabria

Marco Valentini nominato Presidente onorario della Sezione “Intelligence” dell’Università della Calabria

Il prefetto e consigliere di Stato Marco Valentini è stato nominato Presidente onorario della Sezione “Intelligence” dell’Università della Calabria, coordinata da Mario Caligiuri. 

Succede aPresidente emerito della Repubblica Francesco Cossiga, che ha ricoperto l’incarico dall’atto dell’istituzione dell’organismo nel 2008 fino al 2010, seguito dal prefetto e consigliere di Stato Carlo Mosca, recentemente venuto a mancare.

Marco Valentini, dopo una lunga attività di consulenza legale nel settore dell’intelligence per la sicurezza della Repubblica – dirigendo, dal 1997 al 2004, la Rivista istituzionale di intelligence “Per aspera ad veritatem ” – è stato Prefetto della Repubblica a Lecco e Grosseto. Ha quindi svolto la propria attività presso il Dipartimento della pubblica sicurezza e, dal 2017, le funzioni di Direttore dell’Ufficio Legislativo del Ministero dell’Interno, prima di assumere all’inizio del 2020, l’incarico di Prefetto di Napoli per essere poi nominato dal Governo, nell’ottobre del 2021, consigliere di Stato

Dal 2014 insegna diritto penale presso la Facoltà di Scienze politiche e sociali dell’Università “Cattolica” di Milano ed è docente del Master in Intelligence dell’Università della Calabria, che ha contribuito a fondare e che anima fin dalla prima edizione del 2007. È attualmente direttore responsabile della rivista quadrimestrale Amministrazione Pubblica e cura la collana editoriale “Il Grifone, democrazia, istituzioni, etica del servizio pubblico” per l’Editoriale Scientifica di Napoli.

La nomina di Marco Valentini – ha detto Mario Caligiuri – ci è sembrata la scelta più opportuna, a conferma della collaborazione prestigiosa che ha costantemente assicurato allo sviluppo degli studi nell’intelligence in Italia e nel nostro ateneo, che nel corso degli anni si è ritagliato uno spazio significativo a livello nazionale in questo delicato e importante settore di studi”.

La Sezione “Intelligence”, istituita nel 2009 come Centro di documentazione scientifica sull’Intelligence, ha svolto una intesa attività di diffusione della cultura dell’intelligence nel nostro Paese

Da ricordare, la collana “Intelligence”, in collaborazione con la casa editrice Rubbettino, che finora ha edito 36 volumi, affermandosi come la collana scientifica del settore più significativa in ItaliaTra i testi pubblicati, la ricostruzione storica dell’intelligence attraverso alcune delle figure più rappresentative della storia repubblicana, da Francesco Cossiga ad Aldo Moro, da Giulio Andreotti a Enrico Mattei. 

Inoltre, va menzionato “Materiali di intelligence”curato proprio da Marco Valentini e Mario Caligiuri, che ripercorre le attività delle prime quattro edizioni del Master dell’Ateneo calabrese, giunto quest’anno al dodicesimo ciclo. Infine, devono essere ricordati i volumi raccolti negli “Studi di intelligence compendio delle tesi finali degli studenti del Master, che affrontano in maniera scientifica e creativa i temi più innovativi del  settore.

La Sezione ospita le attività di tirocinio per studenti del Mastersvolge ricerche ed analisi; promuove convegni, giornate di studio e  presentazioni di libri; assicura collaborazione scientifica al Master e ai Corsi di laurea della disciplina; gestisce e implementa il sito “IntelligenceLab“; custodisce l’archivio, dove sono raccolte pubblicazioni, materiali, tesi, ricerche, relazioni inerenti l’intelligence e le discipline collegate; promuove l’Università d’estate sull’intelligence che finora ha svolto tre edizioni a Soveria Mannelli; collabora con altri atenei e con la Società Italiana di Intelligence.

Articoli Correlati