“Agisci in modo che ogni tuo atto sia degno di diventare un ricordo” - Immanuel Kant
HomeCalabriaCosenzaCosenza, bandi Camerali: rifinanziamenti, nuove scadenze e contributi liquidati ogni settimana anche...

Cosenza, bandi Camerali: rifinanziamenti, nuove scadenze e contributi liquidati ogni settimana anche nel mese di agosto

La Camera di commercio torna a fare il punto sullo stato di avanzamento delle iniziative a favore delle imprese.

Dall’inizio dell’anno, l’Ente ha adottato circa 40 atti di concessione o liquidazione di contributi a favore di oltre 200 imprese cosentine, per un totale di €1.126.215,51 tra concessioni e liquidazioni, con una stima degli effetti sulla economia pari a oltre 2,1 milioni di euro.

La fase di concessione e quella di liquidazione avviene a sportello: le imprese beneficiarie di una misura possono immediatamente effettuare il loro investimento e subito dopo presentare domanda di rendicontazione per ottenere in breve tempo la liquidazione degli importi spettanti.

Ogni bando pubblicato dall’Ente è costantemente monitorato per valutarne lo stato di diffusione e l’efficacia in termini di impatto, nonché lo stato di lavorazione e di liquidazione delle pratiche, così da intercettare eventuali discrasie. Proprio grazie a questa azione di monitoraggio costante, la Giunta camerale è intervenuta lo scorso 24 giugno a modificare gli stanziamenti e i termini di presentazione delle domande di alcuni dei bandi 2022 e a posticipare la data di rendicontazione per alcuni bandi 2021.

Nello specifico, per tutti i bandi 2021 ancora attivi, la data di rendicontazione è stata posticipata al 31 ottobre 2021 mentre non è più possibile presentare domanda di concessione per i seguenti quattro bandi 2022: Bando Turismo congressuale; Bando a sostegno delle produzioni agricole e agroalimentari di qualità tipiche cosentine e di prossimità – I Edizione; Bando valorizzazione destinazioni turistiche – DMO I edizione; Bando per il sostegno dei Borghi e dei Centri Storici.

Le altre misure adottate nel 2022 e destinate alla transizione ecologica e digitale, e alla promozione della qualità nel settore edile, sono risultate molto efficaci registrando una richiesta di risorse molto superiore allo stanziamento. La Giunta, quindi, interpretando i bisogni delle imprese, si è pronunciata sulla necessità di aumentarne lo stanziamento fino a 800.000 euro per il bando “Risparmio Energetico, sostenibilità e economia circolare” e a 250.000 euro per il bando “Adozione di attestazioni SOA – II Edizione”.

Articoli Correlati