“È difficile dire la verità, perché ne esiste sì una sola, ma è viva e possiede pertanto un volto vivo e mutevole” - Franz Kafka
HomeAgoràAgorà Reggio CalabriaA Reggio Calabria l'iniziativa "Riscalda il Natale di un'altra vita"

A Reggio Calabria l’iniziativa “Riscalda il Natale di un’altra vita”

La delegazione reggina dell’Associazione nazionale Cuore di Maglia insieme a Corredino Sospeso, per questo Natale, ha scelto di realizzare un gesto concreto in favore di chi ha più necessità dal titolo “Riscalda il Natale di un’altra vita”. L’iniziativa consiste nella realizzazione di tanti “alberi di Natale addobbati con capi morbidi e caldi” che verranno distribuiti in diversi punti della nostra città in cui chiunque ne abbia bisogno potrà prendere ciò che necessita per sé, per un amico o per il proprio piccolo. Insieme al capo troverà un bigliettino con i contatti utili da chiamare per ricevere ulteriore aiuto.

E’ possibile aderire all’iniziativa aiutando le volontarie a costruire tanti alberi di Natale colmi di sciarpe, cappelli e scarpette adatti a neonati, bambini, ragazzi e adulti. Serviranno a scaldare il cuore, ma non solo, di tanti.

Se sai lavorare a maglia o all’uncinetto aiutaci a realizzare, entro il 15 dicembre 2023:

– Cappelli adatti a neonati, bambini, ragazzi e adulti.

– Scarpette e/o babbucce adatte a neonati

– Sciarpe adatte a bambini, ragazzi e adulti.

I capi dovranno essere realizzati in pura lana o misto lana. Non in materiale sintetico perché disperdono il calore, che noi vorremmo donare con questo gesto d’amore.

Se non sai lavorare ai ferri potrai sostenere l’iniziativa donando uno o più gomitoli.

Se hai dei capi nuovi, tra quelli indicati sopra, già realizzati e pronti all’uso potrai consegnarli confezionati in sacchetti trasparenti con un biglietto d’auguri per Natale (i capi destinati ad adulti e ragazzi potranno essere anche non realizzati a mano, per i neonati e bambini invece dovranno essere realizzati a mano)

Per informazioni contatta Elisabetta 347 414 1220

“Chi ha, metta. Chi non ha, prenda” [San Giuseppe Moscati, Santo Medico dei poveri]

Articoli Correlati