“È difficile sapere cosa sia la verità, ma a volte è molto facile riconoscere una falsità” - Albert Einstein
HomeAgoràAgorà Reggio CalabriaGiornata del migrante e del rifugiato, a Reggio Calabria il “Laboratorio senza...

Giornata del migrante e del rifugiato, a Reggio Calabria il “Laboratorio senza confini” con l’Arci

Un appuntamento speciale dedicato ai bambini e alle loro famiglie per un pomeriggio all’insegna dell’amicizia e della creatività. E’ questo il senso del laboratorio creativo promosso dall’ARCI di Reggio Calabria in collaborazione con l’associazione Adexo in occasione della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato.

Domenica 25 settembre infatti alle ore 18 presso la sede “Samarcanda” di Via Cuzzocrea 11 Katia Colica e Antonio Aprile intratterranno bambini e ragazzi garantendo divertimento attraverso l’ascolto e la creazione di storie, con l’ausilio di suoni e multinarrazioni, andando oltre ogni confine fisico e linguistico, grazie a momenti di confronto e stimolo di nuove visioni e prospettive.

Il “Laboratorio senza confini” ben si concilia con quello che è il titolo scelto da Papa Francesco per la speciale ricorrenza, ovvero “Costruire il futuro con i migranti e i rifugiati”: mettere al centro le più giovani generazioni, con la speranza e la certezza che un futuro più equo, con più diritti e maggiore sostenibilità, passi proprio dai bambini di oggi. Il migrante non solo come utente o fruitore, ma come soggetto attivo, cittadino partecipe e vivo all’interno di una comunità accogliente e solidale.

In occasione dell’iniziativa sarà presente anche lo stand del progetto Tutori Never Alone FVG – Calabria per informare e sensibilizzare la cittadinanza rispetto alla tutela volontaria dei minori stranieri non accompagnati in primis e alle figure sperimentali del tutore sociale e del mentore. Il Progetto TUTORI NEVER ALONE intende rafforzare il sistema di tutela volontaria e, in particolare, supportare i tutori volontari nella fase di transizione dei minori in carico verso la maggiore età e nell’avviamento dei neomaggiorenni all’autonomia di vita.

Articoli Correlati