“Ho imparato così tanto da voi, Uomini... Ho imparato che ognuno vuole vivere sulla cima della montagna, senza sapere che la vera felicità sta nel come questa montagna è stata scalata” - Gabriel Garcia Marquez
HomeAgoràAgorà CosenzaPresentate al Museo aziendale GIAS di Mongrassano (CS) le nuove iniziative di...

Presentate al Museo aziendale GIAS di Mongrassano (CS) le nuove iniziative di SudHeritage: promozione dei territori fra memoria, cultura, ricerca e slancio verso il futuro

Il museo esperienziale GIAS, che raccoglie a Mongrassano mezzo secolo di storia imprenditoriale della famiglia Tenuta, è stato inaugurato ospitando un importante focus sulle traiettorie di sviluppo di SUDHERITAGE la rete dei Musei di impresa della Calabria, fondata, oltre che dalla stessa Gias Spa, da Amarelli, Callipo, Lanificio Leo, Librandi, Museo del Bergamotto, Rubbettino e Terme di Caronte per promuovere i territori e la cultura dell’imprenditorialità e del lavoro.

“È un’altra tappa del percorso avviato insieme ad altre sette aziende esponenti di un mondo imprenditoriale che anche nella nostra regione – ha sottolineato Gloria Tenuta, Ceo di Gias – grazie a capacità visionarie e a un’accorta innovazione ha saputo conciliare nel tempo tradizione e resistenza sul mercato divenendo in diversi casi ‘volti nobili’ del Mezzogiorno italiano”.

“Ed è stata pure un’occasione doverosa quanto profondamente sentita – ha aggiunto Florindo Rubbettino, titolare dell’omonima casa editrice e Presidente di SUDHERITAGE – per dedicare l’evento a Nicodemo Librandi, fondatore e primo Presidente di SUDHERITAGE venuto a mancare tre mesi fa, figura moderna e carismatica del mondo del vino che ha incarnato i valori della migliore tradizione imprenditoriale calabrese”.

“Fin dalla fondazione – ha proseguito Rubbettino – SUDHERITAGE   ha inteso avviare una collaborazione con istituzioni, università e realtà che a vario titolo si occupano della valorizzazione del binomio impresa e cultura. Per questo motivo siamo grati dell’attenzione che da più parti viene rivolta al nostro lavoro e, in particolare, all’Assessore Gianluca Gallo che si è impegnato a supportare il nostro percorso per progettare e costruire azioni mirate e strutturali legate alla nostra mission”.

L’inaugurazione del Museo Esperienziale Gias – azienda leader nella surgelazione di ortaggi e verdure – si è rivelata, insomma, un vivace appuntamento che ha visto i Musei d’impresa calabresi raccontarsi alla comunità evidenziando le direttrici intraprese individualmente e in rete.

La Calabria – è stato evidenziato –  a differenza di quanto farebbero pensare antichi e nuovi stereotipi, custodisce testimonianze di una cultura del lavoro diffusa sul territorio con un profilo manifatturiero e agroalimentare tutt’altro che trascurabile.

Ed è stato ricordato che Antonio Tenuta, fondatore della Gias sosteneva che: “è necessaria ed indispensabile, la predisposizione dell’imprenditore a fare entrare la cultura nella propria azienda perché, io ritengo, senza cultura non si fa impresa”.

Insieme agli imprenditori di SUDHERITAGE, hanno riflettuto in una tavola rotonda intellettuali e rappresentanti istituzionali, come Anna Cipparrone (ICOM Calabria e Basilicata), il professor Pietro Pantano (Università della Calabria), il Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura della Regione, Giacomo Giovinazzo, il Dirigente Generale Dipartimento Sviluppo economico e Attrattori Culturali della Regione, Paolo Praticò e Natale Carvello Presidente del GAL Kroton.

A tirare le fila del confronto, Antonio Calabrò, Presidente di Museimpresa e Gianluca Gallo Assessore regionale alle Politiche agricole e sviluppo agroalimentare, Politiche sociali e per la famiglia.

A conclusione dei lavori sono state premiate dall’artista Giuseppe Carta, pittore e scultore di fama internazionale, le opere di un gruppo di allievi dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro ospitati “nella residenza di artisti” annessa al Museo.

 

Articoli Correlati