“Ogni falsità è una maschera, e per quanto la maschera sia ben fatta, si arriva sempre, con un po' di attenzione, a distinguerla dal volto” - Alexandre Dumas - “I tre moschettieri”
HomeAgoràAgorà CosenzaAttenzione regionale su "Museo del Mare, dell'Agricoltura e delle Migrazioni": anche Cariati...

Attenzione regionale su “Museo del Mare, dell’Agricoltura e delle Migrazioni”: anche Cariati nella rete dei musei della Sibaritide

“Eravamo e continuiamo ad essere convinti che un presidio culturale e spazio ideale di confronto e crescita come il Museo del Mare, dell’Agricoltura e delle Migrazioni (MUAM), che in poco tempo è riuscito già ad ottenere importanti risultati, diventando un autentico modello replicabile, possa avere un ruolo propulsivo nella promozione e valorizzazione della destinazione turistica e culturale di Cariati e del territorio”.

È quanto dichiara il Sindaco Filomena Greco esprimendo soddisfazione per l’attenzione riservata dalla Direzione Regionale dei Musei che nelle scorse settimane ha ospitato il MUMAM nello stand del Parco Archeologico di Sibari in occasione della Borsa Internazionale del Turismo Archeologico a Paestum, anche nella prospettiva di sviluppo delle Rete dei Musei della Sibaritide promossa dal Direttore del Museo Archeologico Nazionale della Sibaritide Filippo Demma.

LIBRI AL MUSEO. Continuano le attività di promozione culturale.

ARCIDIOCESI DI ROSSANO–CARIATI, STORIA DI UN CAMMINO. È, questo, il titolo del volume di S.E. Mons. Luigi Renzo, Vescovo emerito di Mileto-Nicotera-Tropea che sarà presentato sabato 26 novembre alle ore 17,30 a Palazzo Chiriàci, sede del Museo del Mare, dell’Agricoltura e delle Migrazioni (MUMAM).

Coordinati da Assunta Scorpiniti, responsabile del museo etnoantropologico comunale, alla presentazione del libro, insieme all’Autore e al Primo Cittadino, interverranno S.E. Mons. Maurizio Aloise, Arcivescovo della diocesi Rossano–Cariati, Don Gino Esposito, Arciprete della Concattedrale di Cariati, Franco Liguori, Deputato di Storia Patria per la Calabria e Giuseppe Zangaro, CEO di conSenso publishing.

La Chiesa come popolo itinerante nella storia – si legge nel volume di Mons. Renzo – ha coscienza e consapevolezza di essere incarnata nel tempo per aprire e testimoniare all’uomo concreto cammini di libertà, di idealità e di impegno solidale. L’Arcidiocesi di Rossano-Cariati ha vissuto questo ruolo radicata in una porzione di Calabria che nel tempo l’ha portata a costruire un patrimonio secolare di umanità, cultura e religiosità che oggi non può essere lasciato alla mercé della logica della massificazione globalizzata che lo svuota di ogni radice identificativa.

Mons. Luigi Renzo, originario della vicina Campana, per 32 anni è stato parroco a Rossano e ha svolto, proprio nella Diocesi di Rossano-Cariati importanti incarichi, tra cui quello di Vicario Generale, Rettore del Seminario, Direttore del Museo Diocesano e del Codex Purpureus, oltre che Direttore dell’Ufficio Regionale Beni Culturali ed Ecclesiastici. Scrittore e giornalista, Socio della Deputazione di Storia Patria per la Calabria, ha all’attivo circa ottanta pubblicazioni di storia, antropologia religiosa e pastorale.

Articoli Correlati