“Se vuoi descrivere ciò che è vero, lascia l’eleganza al sarto” - Albert Einstein
HomeCalcioReggina Calcio: avviata procedura di chiusura del fallimento

Reggina Calcio: avviata procedura di chiusura del fallimento

Si è avviata lo scorso 28 novembre la procedura di chiusura del fallimento della Reggina Calcio di Lillo Foti, spirata l’8 giugno del 2016 dopo la mancata iscrizione in Serie C del 2015. Giuseppe Campagna, Presidente dell’apposita sezione del Tribunale, ha approvato il rendiconto dei curatori Fabrizio Condemi e Massimo Giordano, ordinando il riparto finale. La procedura verrà chiusa entro gennaio.

Circa il 70% delle somme recuperate è rappresentato dalla terza rata della cessione di Pawel Bochniewicz all’Udinese, pari a 400.000 euro, e dai pagamenti effettuati dalla Reggina 1914 presieduta da Luca Gallo per acquistare definitivamente il marchio, saldando le pendenze pregresse. Infatti, una volta dichiarato il fallimento nel 2016, per i primi due anni il marchio era stato concesso in affitto alla società ancora registrata con il nome di Urbs Reggina. E solo nel primo di questi due anni, i pagamenti erano stati completati.

Giova anche sottolineare come, perdendo la storica matricola 41740, siano andate disperse circa 140.000 euro incassabili dalla cessione di Giovanni Di Lorenzo dall’Empoli al Napoli, e dalla sua successiva vittoria ad Euro 2020 con la maglia dell’Italia. I creditori della Reggina Calcio ringrazino quei signori il cui cognome finisce per “o” accentata, mossi da abiette motivazioni ed adoperatisi per far recidere quella matricola dalla Figc. E magari adesso tornano in auge. Città senza memoria.

p.f.

Articoli Correlati