“Gli eserciti cessano di avanzare perchè le persone hanno le orecchie e i pastori e i soldati giacciono sotto le stelle scambiandosi opinioni” - Patti Smith – “People have the power”
HomeFronte del palcoFronte del palco CatanzaroAssociazione Amici della Musica: a Catanzaro il concerto del duo Salime-Mazzuca

Associazione Amici della Musica: a Catanzaro il concerto del duo Salime-Mazzuca

Due virtuosi del sassofono e del pianoforte, due musicisti che si ritrovano. Venerdì 6 maggio, alle ore 18:00, nella Sala Concerti di Palazzo ‘De’ Nobili’ di Catanzaro, Francesco Salime e Giovanni Mazzuca, si esibiranno nel concerto organizzato dall’Associazione Amici della Musica, aderente ad AMA Calabria, presieduta da Daniela Faccio.

«Abbiamo avuto modo di apprezzare Franco Salime e Giovanni Mazzuca – ha dichiarato Daniela Faccio separatamente. Una coppia artistica che si è ricostituita dopo diversi anni e che l’Associazione Amici della Musica non poteva non proporre in un concerto particolarmente affascinante per le musiche che verranno proposte».

Dopo una pausa di circa 30 anni il duo si è ricomposto e nel concerto di Catanzaro proporrà un repertorio francese della prima metà del 900. Gli autori delle musiche scelte si sono distinti per la raffinatezza delle loro composizioni, tutte appartenenti alla scrittura tradizionale classica-romantica, tipica della formazione accademica del Conservatorio Superiore di Musica di Parigi di questo periodo del 900. I brani sono caratterizzati dalla ritmica molto articolata ed il cui cromatismo di certi passaggi conferisce loro toni e colori stravinskijani; si possono appunto assaporare momenti di estremo virtuosismo alternati a momenti lirici ed espressivi. Una tradizione iniziata con Saint-Saëns e continuata tra gli altri da Gabriel Fauré, Nadia Boulanger, Émile Pessard e Andrè Gedalge.

Tutti i compositori scelti, tranne Ida Gotkowsky, hanno una caratteristica che li accomuna. Roger Bouty, Alfred Desenclos, Jacques Ibert e Henry Tomasi sono stati tutti vincitori del prestigioso Gran Prix de Rome, che ha permesso loro di soggiornare per quattro anni e continuare la loro attività compositiva all’Accademia Francese a Villa Medici di Roma. Qui Ibert nel 1937 diventa direttore fino al 1955, anno in cui dirige l’Opéra-comique di Parigi fino al 1957. La permanenza in Italia è evidente per l’influenza del lirismo e bel canto della tradizione italiana.

Sarà possibile assistere al concerto di Francesco Salime e Giovanni Mazzuca con l’abbonamento per l’anno 2022 oppure con l’acquisto del biglietto d’ingresso in vendita prima del concerto. L’ingresso sarà consentito solo se muniti di mascherina FFP2.

GLI ARTISTI

Franco Salime – Sassofono

Franco Salime, nato a Cortale, ha perfezionato gli studi di sassofono classico in Francia. Ha tenuto numerosi concerti in Italia e all’estero (Francia, Spagna, Austria, Germania, Cile, Brasile, Israele, Giappone, Romania, Canada, Romania…) e ha collaborato con varie orchestre come solista: Conservatorio di Napoli, Gruppo strumentale dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia di Roma e Teatro S. Carlo di Napoli. Inoltre, durante la ventennale collaborazione con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia di Roma, nel 1990 è stato sax solista nell’opera “La vera storia” di L. Berio; nel 1997 e 1998 ha registrato con Bocelli per la Deutsche Grammophon, e con Morricone per la Sony Classic. Nel 1999 e 2000, sempre con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia di Roma, diretto dal M° Chung, ha registrato musiche di Gershwin, Bernstein e D. Ellington. Nel 2008 ha effettuato una tournée in Cile e Brasile con l’orchestra Roma Sinfonietta diretta da Ennio Morricone. Nel 2012 ha rappresentato l’Italia al Congresso Mondiale del Sassofono tenutosi in Scozia. È docente di sassofono presso lo storico Conservatorio di Musica «San Pietro a Majella» di Napoli.

Giovanni Mazzuca – Pianoforte

Catanzarese, ha studiato Pianoforte presso il Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli sotto la guida del M° Sergio Fiorentino, diplomandosi a venti anni con il massimo dei voti e la lode. A soli dodici anni è stato medaglia d’oro al concorso per giovani pianisti di Osimo e finalista al concorso internazionale di Senigallia. Ha preso parte a seminari di perfezionamento con A. Lonquich e P. Badura-Skoda e ha suonato da solista in varie città italiane (Roma, Napoli, Salerno, Frosinone, Macerata e altre). Col sassofonista F. Salime ha tenuto concerti fra il 1987 e il 1989 in Italia e all’estero incidendo anche per la radio nazionale. Attualmente è docente di pianoforte e musica d’insieme presso il Liceo Musicale “T. Campanella” di Lamezia Terme.

IL PROGRAMMA

Roger Boutry: Divertimento

Alfred Desenclos: Prelude, Cadence et Finale

Henry Tomasi: Concerto

Jacques Ibert: Concertino da camera

Ida Gotkovsky: Variations pathétiques V e VI

Articoli Correlati