“L'arte di non sapere, che non dev'essere confusa con l'ignoranza, perchè gli ignoranti non sono responsabili della loro triste condizione, nasce da un'idea autolatra ed egocentrica del mondo e della società” - Luis Sepúlveda
HomeCalabriaTrenitalia: assolto dal Tribunale di Reggio l'ex funzionario che aveva denunciato presenza...

Trenitalia: assolto dal Tribunale di Reggio l’ex funzionario che aveva denunciato presenza di amianto negli impianti

Con la sentenza N 3346/23 pronunciata lo scorso 13 novembre, il Tribunale di Reggio Calabria ha assolto l’ex Funzionario di Trenitalia Antonino Pulitanò che era stato licenziato con l’accusa di “procurato allarme” per aver denunciato – nella funzione di RLS – la presenza di 34 tonnellate di amianto negli impianti delle Ferrovie dello Stato di Reggio Calabria.

Come si evince da quanto scritto nella detta sentenza, la totale mancanza di prove tangibili da parte dell’accusa non ha consentito di stabilire se, in realtà, le dichiarazioni di Pulitanò avessero una reale portata lesiva dell’immagine dell’azienda o se, piuttosto, si limitassero a denunciare una problematica obiettivamente esistente, nell’esercizio del diritto di cronaca e nel rispetto dei canoni della verità, della pertinenza e della continenza, che, secondo uniforme orientamento giurisprudenziale, devono assistere l’esercizio di tale diritto.

In merito, si ribadisce, non altro è stato versato in atti. L’assoluzione, restituisce in parte le amarezze di una lunga battaglia durata ben otto anni, che è costata all’ex funzionario (e alla sua famiglia) sofferenze psicofisiche ed economiche non indifferenti, ma portata avanti in nome dei lavoratori e della salute della comunità.

La nota è stata diffusa dagli Avvocati Filomena Pellicanò e Giuseppe Morabito del Foro di Reggio Calabria, Legali di Antonino Pellicanò.

Articoli Correlati