“La realtà non è altro che un 'paesaggio nella nebbia': misterioso e tutto da scoprire” - Theo Anghelopoulos
HomeCalabriaCaso manganellate, FdI organizza un "tour" di solidarietà alle forze dell'ordine anche...

Caso manganellate, FdI organizza un “tour” di solidarietà alle forze dell’ordine anche in provincia di Cosenza: “Inaccettabili aggressioni fisiche, mediatiche e politiche”

Fratelli d’Italia solidarizza con le forze dell’ordine, “prese di mira in particolare nelle ultime settimane da inaccettabili aggressioni fisiche, ma anche mediatiche e politiche”. Lo fa recandosi domani con delle delegazioni formate dai dirigenti di partito, parlamentari, consiglieri regionali e provinciali presso la Questura di Cosenza, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Cosenza, i commissariati della provincia e le sedi Carabinieri, contestualmente alle ore 11:30.

E’ quanto si legge in un comunicato stampa del coordinamento provinciale del partito a Cosenza, a distanza di alcuni giorni dal caso delle manganellate agli studenti nella città di Pisa.

Le delegazioni saranno organizzate come di seguito:

Questura di Cosenza e Comando Provinciale dei Carabinieri con una delegazione composta dal Presidente Provinciale del Partito, Angelo Brutto, il membro dell’esecutivo nazionale di Gioventù Nazionale, Nicola Caruso, il senatore Fausto Orsomarso, il consigliere regionale Luciana De Francesco, il capogruppo in consiglio comunale Francesco Spadafora ed i presidenti dei circoli territoriali.

Commissariato di polizia e comando dei Carabinieri di Corigliano – Rossano, il senatore Ernesto Rapani con una delegazione di dirigenti ed amministratori locali.

Commissariato di polizia di Paola, il consigliere Regionale Sabrina Mannarino, il consigliere provinciale Pasquale De Franco, con una delegazione di dirigenti ed amministratori locali.

Commissariato ai polizia di Castrovillari, il consigliere provinciale Giancarlo Lamensa con una delegazione di dirigenti ed amministratori locali.

Inoltre, nelle stazioni dei carabinieri locali a cura dei rappresentanti locali del partito.

“Le forze dell’ordine sono il nostro presidio di sicurezza, per questo ci batteremo sempre per proteggerle”, spiega Angelo Brutto. “Le istituzioni hanno il dovere di sostenere con convinzione gli agenti impiegati nella pubblica sicurezza, dobbiamo respingere con ogni mezzo i gravi tentativi di delegittimazione messi in atto nei giorni scorsi. – si sottolinea – E’ necessario fermare immediatamente questo clima d’odio, che rischia di provocare conseguenze come quelle accadute a Torino, dove una volante e gli agenti che stavano fermando un irregolare per condurlo in un centro di rimpatrio sono stati aggrediti dai manifestanti dei centri sociali. Ci aspettiamo che anche la sinistra, che è stata prontissima nel mettere sotto processo mediatico polizia e carabinieri, esprima oggi solidarietà alle forze dell’ordine e condanni senza tentennamenti le violenze fisiche messe in atto con regolarità da centri sociali e antagonisti”.

 

Articoli Correlati