“La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla” - Gabriel Garcia Marquez
HomeCalabriaCatanzaroIl Vaticano scrive al parroco di Lamezia dopo dono al Papa di...

Il Vaticano scrive al parroco di Lamezia dopo dono al Papa di lini per l’altare

“Papa Francesco, nell’accogliere con animo riconoscente i sentimenti che hanno suggerito il premuroso gesto, assicura il paterno ricordo nella preghiera e incoraggia ad offrire alle nuove generazioni tempi e spazi per coltivare i valori della fratellanza, della condivisione e della tradizione”.

Questo un passaggio della lettera di monsignor Roberto Campisi, della segreteria di Stato Vaticana, inviata a padre Giuseppe Martinelli, parroco della chiesa San Giovanni Battista a Lamezia Terme, per il dono al Papa di un completo di pregiati lini per l’altare realizzato a mano dalla maestra della scuola di ricamo della parrocchia dedicata alla Beata Armida Borelli, Caterina Muraca, che riporta l’effigie della Medaglia Miracolosa.

“Da un gruppo di adultissime di Azione cattolica – spiega padre Martinelli – è nata l’idea di costituire una scuola di ricamo, con lo scopo di ricostruire, dopo la pandemia, una bella rete di relazioni soprattutto tra le persone anziane e sole. Per questo, nel 2022 è nata la Scuola di ricamo e intaglio che abbiamo voluto dedicare alla Beata Armida Barelli perché, oltre ad essere stata la fondatrice della Gioventù femminile di Azione cattolica e la co-fondatrice dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, ha lavorato incessantemente per il riscatto culturale e per l’affermazione dei diritti politici e sociali della donna. Con nostra grande sorpresa, le richieste di iscrizione sono state numerose e soprattutto provenivano anche dalle giovani generazioni. Ad oggi, la Scuola Armida Barelli conta quaranta iscritte, tra cui quindici bambine e ragazze”.

Articoli Correlati