“La realtà non è altro che un 'paesaggio nella nebbia': misterioso e tutto da scoprire” - Theo Anghelopoulos
HomeCalabriaCatanzaroL'assessore Borelli incontra il sottosegretario Bitonci: focus sulla Zona Franca Urbana a...

L’assessore Borelli incontra il sottosegretario Bitonci: focus sulla Zona Franca Urbana a Catanzaro

L’assessore alle Attività economiche del Comune di Catanzaro, Antonio Borelli, ha incontrato nei giorni scorsi, a Roma, il Sottosegretario di Stato allo Sviluppo economico con delega ai bonus fiscali, Massimo Bitonci. Al centro della riunione, tenutasi negli uffici del Ministero dello Sviluppo Economico alla presenza del capo di Gabinetto del sottosegretario Bitonci, Fabio Turri, e del presidente della V Commissione consiliare Turismo Attività economiche, Raffaele Serò, c’è stata l’attivazione della Zona Franca Urbana nel Capoluogo di regione calabrese: «La Zfu è uno strumento di particolare importanza a servizio delle attività economiche e produttive che insistono nel territorio comunale catanzarese. Sin dal nostro insediamento, dunque, abbiamo inteso ridare corpo a una forte interlocuzione istituzionale per l’attivazione, a Catanzaro, di uno strumento così importante sia per le attività economiche, sia per i professionisti».

Istituite nel 2013 e modificate nel 2017, le Zfu – si legge in un comunicato stampa del Comune di Catanzaro – sono aree che prevedono agevolazioni e decontribuzioni per le imprese di micro e piccole dimensioni e i professionisti operanti nelle regioni comprese nell’Obiettivo Convergenza. Nel tempo sono state utilizzate anche per aiutare territori colpiti da eventi catastrofici.

Tra le agevolazioni a cui i potenziali beneficiari possono accedere dopo l’attivazione della Zfu ci sono l’esenzione dalle imposte sui redditi, l’esenzione dall’Irap, l’esenzione dall’imposta municipale propria per i soli immobili situati nella Zfu e l’esonero dal versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente. Le misure di tali agevolazioni sono stabilite dal Ministero a valle del percorso di definizione dei confini della Zfu e della ricognizione sulle risorse che vengono assegnate all’area.

La riunione tra Borelli e Bitonci si è basata sull’evidenza dei dati forniti dagli uffici dell’Assessorato, che ha predisposto un dettagliato report sullo stato di salute delle imprese cittadine dal 2012 al 2022. I dati hanno fatto emergere come sia necessario un intervento diretto da parte del Governo attraverso politiche di decontribuzione atte a ridurre la pressione fiscale sulle imprese incentivando così gli investimenti strumentali e in occupazione: “L’incontro con il sottosegretario Bitonci è stato molto positivo, soprattutto per l’impostazione estremamente operativa che la riunione ha avuto. Da ex amministratore locale, infatti, il sottosegretario ha immediatamente colto l’urgenza e l’importanza strategica della Zfu per Catanzaro – ha aggiunto Borelli -. Lo ringrazio sentitamente, quindi, per l’impegno che ha assunto perché l’iter, che coinvolge tanto il Governo quanto l’impegno dei parlamentari calabresi, si definisca positivamente. Sono lieto, infine, che nel corso della riunione con il sottosegretario, si sia allargato lo sguardo anche alla Città di Vibo Valentia, grazie all’interlocuzione avviata con l’assessore alle Attività economiche Carmen Corrado. Più in generale, ritengo sia opportuno fare riferimento all’area centrale della Calabria in cui il tema della desertificazione della popolazione e delle imprese impone interventi immediati. Credo che Catanzaro, per ricostruire il suo ruolo di Capoluogo di regione autorevole e politicamente rilevante, debba necessariamente farsi portatore delle istanze anche degli altri territori calabresi”.

Articoli Correlati