“Ma è meglio poi, un giorno solo da ricordare che ricadere in una nuova realtà sempre identica” (Francesco Guccini, Scirocco -
HomeCalabriaCatanzaroCatanzaro, sopralluogo dell'amministrazione comunale all'ex mattatoio: diventerà sede dell'Archivio di Stato

Catanzaro, sopralluogo dell’amministrazione comunale all’ex mattatoio: diventerà sede dell’Archivio di Stato

Una delegazione della quarta commissione consiliare “Politiche Sociali – Cultura – Pubblica istruzione – Sport” ha effettuato un sopralluogo straordinario presso l’ex mattatoio di via Milelli che, in virtù di un protocollo d’intesa tra il ministero della Cultura e l’Amministrazione Comunale di Catanzaro, è destinato a ospitare l’Archivio di Stato. Della delegazione hanno fatto parte il presidente, Nunzio Belcaro, i consiglieri Ciciarello, Serraino, Polimeni e Buccolieri – quest’ultimo anche nella sua veste di presidente della commissione Urbanistica – nonché il consigliere Arcuri che, sia pure non componente della commissione, aveva sollecitato il sopralluogo. Presente anche il direttore dell’Archivio di Stato, Antonio Paonessa, con il quale l’organismo consiliare aveva preventivamente concordato l’iniziativa.

Pur essendo in itinere il trasferimento dell’importante Istituzione e pur necessitando la struttura di ulteriori interventi di adeguamento, gli esiti della visita hanno tuttavia fissato alcuni punti sicuramente fermi. Innanzi tutto il valore politico dell’iniziativa, che dimostra una rinnovata e forte attenzione del Comune verso un immobile e la sua destinazione considerati strategici. Il centro della città e la rete di Istituzioni che vi insistono riceveranno un forte impulso dalla piena funzionalità dell’Archivio di Stato sotto molteplici punti di vista. Si tratta infatti di uno strumento di importanza fondamentale per studiosi, studenti, operatori di vari ambiti, cultori della materia. Un universo variegato di utenti che faranno dell’Archivio un vero e proprio cuore pulsante, che andrà a unirsi idealmente ai presìdi culturali già attivi nella medesima area e cioè l’Accademia di Belle Arti e il Teatro Politeama “Mario Foglietti”. È in virtù di tutto questo scenario che i rappresentanti di Palazzo De Nobili hanno deciso di riferire al sindaco Fiorita gli esiti del sopralluogo e al contempo raccomandare al primo cittadino la massima attenzione verso un percorso i cui esiti rivestono per la Città un’importanza ormai ampiamente conclamata.

Articoli Correlati