“Mi sono scocciato di sottostare alla legge del vivere civile che ti assoggetta a dire sì senza convinzione quando i no, convintissimi, ti saltano alla gola come tante bolle d’aria” - Eduardo De Filippo
HomeCalabriaCatanzaroCatanzaro, il candidato sindaco Donato: "Dare più dignità ai medici del glorioso...

Catanzaro, il candidato sindaco Donato: “Dare più dignità ai medici del glorioso Pugliese-Ciaccio”

“C’è tanto da fare, ma la bontà delle nostre azioni sarà riconoscibile nella misura in cui Catanzaro tornerà ad essere una città solidale. Per l’assistenza sociale, è mia intenzione chiamare a raccolta tutti gli operatori impegnati nel sociosanitario e socioassistenziale, per ridisegnare la qualità dell’offerta nell’interesse di una domanda debole, solo perché costituita da anziani e disabili. Sulle disabilità condividiamo le parole del presidente Mattarella: l’inclusione dei disabili è misura della civiltà dello Stato. Così deve essere per la nostra città. E’ un dramma l’isolamento in cui sono lasciati coloro che hanno bisogno di continua assistenza e le loro famiglie. Un’ingiustizia cui occorre trovare soluzioni puntali”.

L’ha detto il candidato sindaco Valerio Donato incontrando una delegazione di operatori sociosanitari. Ha aggiunto: “Buona sanità e assistenza sociale, è il binomio su cui concentreremo energie e risorse. Il mio pensiero – ha sottolineato Donato – va alla sanità. Subito chiederò di essere audito dalla Commissione paritetica incaricata di condurre il Commissario ad acta alla fusione del ‘Pugliese-Ciaccio’ nell’Azienda Ospedaliera Universitaria R. Dulbecco. E’ tanta l’importanza per i cittadini di avere il Pronto soccorso più ricettivo della Calabria. E’ di importanza vitale dare più dignità ai medici del glorioso ‘Pugliese Ciaccio’ e un corretto protagonismo agli accademici, chiamati a coniugare la didattica, la ricerca e l’assistenza sanitaria. Di questo delicatissimo processo in itinere, sarò il garante più rigoroso, affinché le  professionalità coinvolte siano pienamente valorizzate”.

Interpellato sul Pnrr, il prof. Donato ha risposto: “Occhio vigile su come saranno spesi i fondi europei. Neppure un euro dovrà essere sprecato. Nessuna indulgenza sulle irregolarità. I corruttori stiano alla larga dal nostro Comune. Proprio per questo, chiederò a tutti di darmi una mano. Una tale disponibilità finanziaria ha bisogno di idee, di segnalazioni di priorità e di guardiano dell’onestà istituzionale. Dunque, grandi progetti infrastrutturali, che andranno a definire la nuova Catanzaro e dintorni, ben lungi da me investimenti manutentivi a valere per il tempo utile il giorno dell’inaugurazione”.
Articoli Correlati