“La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla” - Gabriel Garcia Marquez
HomeAgoràAgorà CosenzaPrende avvio in Calabria il Master in Architettura, Design Ecologico e Rigenerativo

Prende avvio in Calabria il Master in Architettura, Design Ecologico e Rigenerativo

Prende avvio in Calabria il Master in Architettura, Design Ecologico e Rigenerativo, il primo nella regione che lancia, da Cosenza, la sfida alle grandi città del Design e dell’Architettura. In occasione dell’avvio delle lezioni, allievi e docenti dell’Università di Trento e del Master, saranno insieme per nuove proposte al Sud, a Cosenza, nelle città tra Corigliano Rossano, per nuove idee, strategie per aziende calabresi e del Sud.

 

Non era scontato arrivare a questo numero di iscritti, data la forte concorrenza di atenei e accademie private, ovvero sette neolaureati, sei calabresi, una straniera, gli iscritti di un nuovo Master in Architettura, Design Ecologico e Rigenerativo che per la prima volta prende avvio in Calabria, a Cosenza, con una ambiziosa sfida, portata avanti con tenacia, per dimostrare che è possibile studiare bene queste discipline anche al Sud.

Anzi, come sostiene il prof. arch. G. Pino Scaglione, titolare del Corso di Progettazione Urbanistica dell’Università di Trento, ideatore e direttore del Master, “Le terre meridiane, Calabria inclusa, sono un grande serbatoio di risorse, di idee, di talenti, che malgrado le contraddizioni troveranno una via per emergere, ma è necessario predisporre strumenti formativi, percorsi innovativi per trattenere i talenti e sostenere le imprese e le istituzioni nelle sfide locali e internazionali”.

In questa annualità accademica, nella collaborazione tra gli studenti trentini e quelli del Master di mee.D Academy, che saranno settantuno in totale, i temi sui quali lavoreranno a diverse scale territoriali, urbanistiche, architettoniche, di design saranno divisi tra la Calabria nella città di Corigliano Rossano, e in Sicilia tra Favara e Mazzarino. Le proposte didattiche innovative riguarderanno lo spazio pubblico e la rigenerazione urbana, nuovi modelli di accoglienza intelligente per le popolazioni migranti, nuovi progetti per oggetti di design ecologico in collaborazione con aziende ed enti e per il merchandising di alcuni musei calabresi, inoltre proposte di grafica etico-ecologica.

Nel Master MaDER (Master architettura e design ecologico e rigenerativo), in particolare che prende avvio in marzo a Cosenza, gli studenti lavoreranno a contatto con le aziende sostenitrici di prodotti per l’arredamento e l’abitare, e attraverso un protocollo con ANCE Calabria, si misureranno sulle sfide della rigenerazione urbana.

Un ulteriore tema seguito dagli studenti di Trento, sarà dedicato alle problematiche del Sud, sarà quello di Mazzarino, comune agricolo della Sicilia, dove esiste da alcuni anni un’Ambasciata di Farm Cultural Park che fa capo al team curatoriale di Andrea Bartoli e Florinda Saieva, per progettare un insediamento in cui con tutte le attenzioni necessarie, paesaggistiche, architettoniche, sociali, culturali saranno volte alla creazione di un insediamento per creativi e migranti ai fini di una mixitè sociale, capace di evitare la ghettizzazione e definire un nuovo modello di accoglienza.

I sette allievi laureati del Master MaDER lavoreranno a percorsi di Design per nuovi prodotti ecologici, nuove strategie di comunicazione etica, interni urbani di qualità attraverso manufatti ecologici e originali per lo spazio pubblico. Nelle diverse situazioni di lavoro i giovani aspiranti progettisti si misureranno con le amministrazioni locali di Corigliano Rossano, di Mazzarino, così come con aziende calabresi e lucane per il design di nuovi prodotti e idee progettuali.

Il desiderio del prof. Scaglione è quello di “forgiare” la futura tempra professionale degli aspiranti progettisti su temi emergenti e realistici, tra cui senza dubbio quelli relativi alle problematiche ambientali, climatiche, ecologiche che hanno priorità, al Sud soprattutto.

In questa esperienza didattico-formativa, come nelle altre dedicate alla Calabria e alle realtà meridionali, si attiveranno diverse attività di workshop e laboratori nei siti di progetto, e come altre volte una campagna fotografica restituirà lo stato dei luoghi, insieme ad incontri e confronti seminariali che apriranno spazi di dibattito anche con le comunità locali, per una nuova attenzione ai temi della qualità urbana e architettonica.

Tra marzo e aprile gli studenti faranno viaggi studio nelle aree di interesse e nelle aziende che collaborano al Master, per raccogliere dal vero idee e spunti originali.

Articoli Correlati