“Si è sempre responsabili di quello che non si è saputo evitare” - Jean-Paul Sartre
HomeAgoràAgorà Vibo ValentiaForum Euromed Tropea, il sindaco Macrì: "Vogliamo evitare l'overtourism e continuare ad...

Forum Euromed Tropea, il sindaco Macrì: “Vogliamo evitare l’overtourism e continuare ad essere una destinazione attrattiva”

“Evitare l’overtourism, generare redditività in modo sostenibile, assicurare sostenibilità del suo patrimonio materiale ed immateriale, coniugare cittadinanza e turismo, incrementare la percezione di Tropea come città innovativa e contemporanea, continuare ad essere una destinazione attrattiva e leader. È questo il punto di partenza della strategia che Tropea ha avviato e continua a mettere in atto per rafforzare la presenza nei mercati tradizionali, entrare in quelli nuovi e ampliare le quote nei ‘mercati obiettivo’, per passare da un turismo generalista ad un turismo focalizzato su piani specifici”.

È quanto ha dichiarato il sindaco Giovanni Macrì aprendo il Forum Euromed Tropea ospitato oggi, primo giorno di ottobre, in una gremita sala del Palazzo Chiara e che ha fatto registrare un livello elevato di interventi da parte degli ospiti. Ai lavori era presente anche il Governatore della Calabria, Roberto Occhiuto.

“La città di Tropea ravvisa nella politica dell’Accoglienza e nel Turismo la sua primaria ricchezza e la fonte principale di benessere e di crescita economica per i propri cittadini. Il Turismo e la connessa industria devono essere salvaguardati e valorizzati in tutti gli atti amministrativi prodotti. È l’integrazione allo Statuto che il Primo Cittadino, tra le primissime iniziative appena eletto, ha voluto introdurre per sottolineare l’impegno e l’attenzione che riveste per un territorio che nei primi 8 mesi del 2022 ha fatto registrare 270 mila pernottamenti; superando i numeri del 2019. Più della media regionale e nazionale.

Coordinati da Lenin Montesanto, responsabile comunicazione istituzionale e strategica dell’Ente e da Simona De Carlo sono intervenuti Inconio Bagnato, cluster General manager di Mediterranean Hospitality management & consulting che ha rimarcato come “il turismo di alta gamma sia in forte crescita, anche se rappresenta il 2% dei turismi”.

“Un turista di alta gamma – ha sottolineato – spende 8 volte di più della media. Il nostro motto è ‘Non smettere di sognare’ e quest’anno abbiamo raggiunto un +29% e siamo molto attenti a rispettare le nostre radici, con il 94% dei fornitori con aziende locali ed il 50% dello staff calabrese. Bisogna investire – ha concluso – sulla formazione dei nostri giovani perché c’è carenza di staff altamente professionale e potenziare le tratte aeree, non solo di compagnie low cost , per potenziare questo segmento”.

 

Salvatore Ballone di Expedia ha indicato quali sono le principali fette di mercato che guardano alla regione (Italia 56%, Stati Uniti 16%, Germania 8%) e indicato i comportamenti dei viaggiatori italiani che preferiscono prenotare con 1/3 mesi di anticipo. Da qui – ha detto – la necessità di attivare campagne su lead time dove la Calabria è debole per migliorare la performance.

 

Per proiettare la programmazione della stagione 2023 – ha chiarito Giovanni Imparato di Meetingpoint – abbiamo bisogno di dati. I dati sono essenziali per mirare le strategie nei vari mercati . Un plauso al Sindaco di Tropea che ha inserito il turismo come primo punto dello statuto Comunale ed ha indirizzato la politica della città con un’unica visione.

 

Calabria e Tropea Appeal. Il racconto digitale del vostro territorio. A comparare i dati Tropea/Regione Calabria è stato Mario Romanelli Sales Directory Italy.

 

Quest’anno – ha sottolineato Debora Valente di Valentour – abbiamo superato le presenze del 2019 perché c’è forte richiesta della Calabria e la nostra destinazione piace. I turisti sono molto colpiti dalle bellezze della Calabria e rimangono soddisfatti dei servizi proposti. Noi operatori lavoriamo con passione e professionalità e chiediamo una maggiore programmazione dei voli internazionali per poter sviluppare alcuni mercati a forte domanda turistica. Chiediamo – ha concluso – un colloquio con la direzione commerciale della Sacal, perché molto spesso le tratte dei voli internazionali escono nei mesi estivi quando la stagione è già definita.

Articoli Correlati