“Chi rinuncia alla libertà per raggiungere la sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza” - Benjamin Franklin
HomeCalabriaPonte sullo Stretto, Mit: "Già partiti i lavori ferroviari e stradali per...

Ponte sullo Stretto, Mit: “Già partiti i lavori ferroviari e stradali per miliardi di euro sia in Calabria che in Sicilia”

”Per valorizzare il Ponte sullo Stretto sono già partiti lavori ferroviari e stradali per miliardi di euro sia in Calabria che in Sicilia. Si tratta di investimenti senza precedenti”. Lo scrive il Mit, ricordando le parole del ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini.

Gli investimenti in Sicilia per la rete stradale nazionale, ammontano a circa 15 miliardi di euro che saranno destinati per la realizzazione delle seguenti opere: Ragusa – Catania; adeguamento a quattro corsie della strada statale 640 strada degli scrittori Agrigento-Caltanissetta (investimento di 1 mld); raddoppio della carreggiata sulla strada statale 284 tra Paternò ed Adrano (500 mln).

In corso di aggiudicazione, la tangenziale di Gela (400 mln) e sono in corso le attività di progettazione della tangenziale di Palermo con collegamento alle autostrade A19 e A29, tangenziale di Agrigento, tangenziale di Catania e il collegamento Trapani/Mazara del Vallo/Marsala.

LEGGI ANCHE >>> Approvato anche in Senato il decreto Ponte con 103 sì. Saccomanno: “Finalmente il sogno diventa realtà. Grazie alla Lega e a Matteo Salvini”

Per il settore autostradale: 9° lotto dell’autostrada Siracusa – Gela, per un investimento di 500 milioni di euro; riqualificazione delle autostrade A18, A19 ed A20 con interventi di messa in sicurezza e adeguamento di opere d’arte e tratte autostradali, per oltre 100 milioni.

Per la rete ferroviaria, in Sicilia sono programmati investimenti per circa 13 miliardi di euro che saranno destinati al nuovo collegamento veloce Palermo – Catania – Messina (11,2 mld). Gli investimenti ”permetteranno lo sviluppo dei servizi ferroviari passeggeri e merci a lunga percorrenza, coerentemente con la struttura del territorio italiano e con le esigenze di connettività delle regioni meridionali”, afferma il Mit. Con tali interventi ”si ridurranno i tempi di percorrenza e aumenterà la capacità nella tratta Palermo-Catania. L’obiettivo è quello di realizzare 148 km di ferrovia ad alta velocità per passeggeri e merci entro giugno 2026”.

E’ inoltre previsto il ripristino ed elettrificazione della linea Palermo-Trapani via Milo (280 mln), il bypass di Augusta (172 mln) e interventi per il nodo di Palermo e il nodo di Catania, per la linea Palermo-Agrigento-Porto Empedocle, per il collegamento con gli aeroporti di Trapani Birgi e di Fontanarossa, per la Caltagirone-Gela con un investimento complessivo di circa 600 milioni di euro.

LEGGI ANCHE >>> La sfida politica sul Ponte di Messina. Salvini chiama in causa Michelangelo, Raffaello e Leonardo. E Floridia (M5S) replica: “Se a quei tempi ci fosse stata la Lega, non avremmo avuto il Rinascimento”

Gli investimenti per la Calabria per la rete stradale e autostradale, gestita da Anas, è previsto un piano di investimenti complessivo pari a 12,8 miliardi, di cui: 1,125 miliardi di manutenzione programmata; 11,6 miliardi di investimenti: tra gli investimenti prioritari, si segnala la SS106 Jonica (circa 9 miliardi), alcuni miglioramenti funzionali dell’A2 e il completamento della SS 182, la Trasversale delle Serre. In Calabria per la rete ferroviaria è previsto un piano di investimenti di 34,8 miliardi, di cui 16 miliardi di euro già finanziati. Tra questi: 15,921 miliardi per la Salerno – Reggio Calabria; 230 milioni per l’adeguamento tecnologico della linea Battipaglia e Reggio Calabria; 7 milioni per la Variante di Cannitello; 60 milioni per la Linea Rosarno-S. Ferdinando.

Articoli Correlati