“Credo che non ci sia sogno più bello di un mondo dove il pilastro fondamentale dell'esistenza è la fratellanza, dove i rapporti umani sono basati sulla solidarietà, un mondo in cui siamo tutti d'accordo solla necessità della giustizia sociale e ci comportiamo di conseguenza” - Luis Sepúlveda
HomeAgoràAgorà Reggio CalabriaReggio Calabria si colora di magenta per la giornata internazionale sulle patologie...

Reggio Calabria si colora di magenta per la giornata internazionale sulle patologie eosinofile

Anche Reggio Calabria s’illuminerà di magenta il 18 maggio 2024 in occasione della Giornata Internazionale sulle patologie eosinofile. Palazzo San Giorgio e Piazza Italia si coloreranno per sensibilizzare la popolazione, attraverso un approccio multicanale, sulle patologie eosinofile e, in particolare, sull’esofagite eosinofila, rara malattia infiammatoria conica che colpisce principalmente l’esofago inficiando pesantemente la qualità di vita dei pazienti che spesso non riescono ad alimentarsi correttamente e con continuità. Luoghi simbolo della città che si affiancheranno ad altri come le cascate del Niagara, il Wisconsin Center, il Molo 17 di New York, il Dublin Link Bridge, la Mole Antonelliana e il Teatro Massimo di Palermo.

Nel pomeriggio di oggi, i referenti reggini dell’associazione Eseo Italia hanno portato la loro testimonianza all’interno della quinta commissione consiliare del Comune di Reggio Calabria, presieduta da Giovanni Latella e competente in materia di “Politiche sociali, salute e sanità”. Sono stati i biologi nutrizionisti Vincenzo Sofia e Valeria Laganà a spiegare dettagliatamente in cosa consistano tali patologie, quali siano i risvolti per coloro che ne soffrono e come poterle gestire al meglio. Un aspetto sul quale si è concentrata l’attenzione dei due biologi è stato quello della diagnosi precoce. Intercettare i sintomi prima possibile ed intervenire è essenziale per garantire una qualità di vita migliore. È stato spiegato come le prime manifestazioni della patologia si manifestino in età pediatrica, tra i 7 e i 10 anni. È per questo che l’associazione Eseo Italia si sta battendo per favore la conoscenza e sensibilizzare l’opinione pubblica.

«Ringrazio di cuore l’Amministrazione comunale di Reggio Calabria – ha dichiarato la presidente nazionale di Eseo Italia, Roberta Giodice – Quel che stiamo facendo è quasi un miracolo. Sedici regioni hanno sposato questa campagna, sono 25 i monumenti che si illumineranno. Bisogna far conoscere la patologia, anche perché, nel giro di qualche anno, l’incidenza sarà maggiore della celiachia e di altre malattie infiammatorie croniche intestinali». Un aspetto peculiare su cui ha insistito Giodice è la diagnosi, possibile solo a seguito di biopsia: «È essenziale formarsi e sensibilizzare».

Tutti aspetti condivisi sia dal presidente della commissione, Giovanni Latella, sia dal presidente del Consiglio comunale, Enzo Marra, i quali hanno assicurato massima collaborazione da parte dell’Amministrazione comunale al fine di proseguire in un percorso di condivisione e sensibilizzazione.

Anche il presidente della Consulta “Politiche sociali e lavoro”, Marisa Cagliostro, ha espresso la propria disponibilità ad intraprendere un’attività sinergica con l’associazione Eseo Italia. Appuntamento al 18 maggio prossimo, dunque, con “Illuminiamo Reggio Calabria di Magenta”

Articoli Correlati