“L’unica vera prigione è la paura” - Aung San Suu Kyi
HomeAgoràAgorà Reggio CalabriaAmministrative a Gioia Tauro, la candidata a sindco Russo incontra le aziende:...

Amministrative a Gioia Tauro, la candidata a sindco Russo incontra le aziende: “Città h bisogno di una rivoluzione culturale”

“Il Sud Riparte da Gioia Tauro”, questo il titolo dell’incontro che la candidata a sindaco di Gioia Tauro, Mariarosaria Russo, ha avuto con gli imprenditori locali. Una sala affollata e partecipe ha seguito il talk, moderato dal giornalista e storytailor Piero Muscari.
“Un Paese che non rilancia il Sud, non può farcela a crescere ancora, vista la competitività a livello globale”, ha esordito Muscari. I saluti di Giovanni Calabrese, assessore della Regione Calabria, già sindaco di Locri, portano in primo piano i temi più significativi, quali la Legge, approvata nel 2023, sulle politiche attive del lavoro.
“Tanti hanno ritenuto che io fossi la persona giusta per costruire un’alternativa per questa città. Nasce così la Ginestra – ha dichiarato la Russo – questo laboratorio culturale politico e di idee perché ho ritenuto che la città avesse proprio necessità di una rivoluzione culturale, che divenisse poi rivoluzione sociale delle coscienze”.
Si è discusso del fatto che in Calabria ci sono 160 mila aziende, ma nel 97 % dei casi si tratta di piccole realtà con meno di 9 dipendenti. Un tessuto produttivo ancora debole, su cui si è erogata una formazione non adeguata al reale fabbisogno degli individui e delle aziende. Il dibattito è proseguito toccando tutti i temi caldi relativi all’economia e alle imprese, dalla disoccupazione all’emigrazione (ben 10.000 i cittadini che ogni anno lasciano la Calabria), dal lavoro sommerso alle politiche per i giovani, dal precariato alla formazione, dalle strategie sul porto di Gioia Tauro a quello sull’aeroporto di Reggio Calabria. Con tanti suggerimenti per far ripartire la città di Gioia Tauro, la Calabria e tutto il Sud. E, a proposito di politiche per una rinascita del Meridione d’Italia, Alfredo Carmine Cestari, dopo aver illustrato i vantaggi degli investimenti in Africa, grande mercato emergente, con cui ha rapporti ultratrentennali, espone il progetto Sud Polo Magnetico, per stimolare gli investimenti, rigenerare i borghi, promuovere l’energia rinnovabile e rafforzare legami con l’Africa. L’obiettivo è combattere lo spopolamento, attrarre il turismo e creare lavoro, sfruttando fondi come il FEIS e il Piano Jancker, con un occhio attento ai giovani talenti locali. E, a questo proposito, Cestari offre 10 borse lavoro semestrali per giovani del luogo, i più meritevoli dei quali saranno poi assorbiti nelle aziende del Gruppo.
Hanno partecipato all’evento Giovanni Calabrese, Assessore Lavoro e Formazione della Regione Calabria, il sindaco della città di Gioia Tauro, Aldo D’Alessio, quello di San Ferdinando, Luca Gaetano, l’imprenditore Alfredo Carmine Cestari, Presidente dell’omonimo gruppo e della Camera di Commercio ItalAfrica Centrale, cui afferiscono 19 paesi del continente africano, Claudio Aloisio, Presidente Provinciale Confesercenti, Rosario Antipasqua, Segretario CLAAI Calabria, Assoc. PMI unite (Città metropolitana di RC), l’imprenditore Antonio De Masi, De Masi Industrie Meccaniche Srl, e Francesco Mari, Direttore Sviluppo Innovazione Progettazione Aziendale. È invece intervenuta in videoconferenza, Lorenza Morello, giurista d’impresa e Presidente nazionale APM.
Il talk Show è stato trasmesso in diretta.
Articoli Correlati