“Ma è meglio poi, un giorno solo da ricordare che ricadere in una nuova realtà sempre identica” (Francesco Guccini, Scirocco -
HomeCulturaCultura Reggio CalabriaDal 2 al 4 settembre, a Reggio e Palmi, due spettacoli della...

Dal 2 al 4 settembre, a Reggio e Palmi, due spettacoli della Compagnia “Scena Nuda” per il 50esimo del ritrovamento dei Bronzi

Due spettacoli in location che rimandano al Mito, organizzate nell’ambito delle celebrazioni promosse dalla Città metropolitana di Reggio Calabria per il 50° anniversario del ritrovamento dei Bronzi di Riace. Due spettacoli – a cura della Compagnia teatrale “Scena Nuda” – ospitati in due dei più importanti siti archeologici della nostra provincia, ovvero l’area “Griso-Laboccetta”, a Reggio, e il parco dei Tauriani, a Palmi.

Venerdì 2 e sabato 3 settembre, alle ore 21 (ingresso libero, prenotazione consigliata), la modernità del Mito sarà protagonista all’area “Griso-Laboccetta” di Reggio Calabria, con “Onìsio Furioso”, di Laurent Gaudé, nella traduzione italiana di Simona Polvani, per la regia di Luca Mazzone (che ha curato anche scena e paesaggio sonoro) e l’interpretazione di Giuseppe Pestillo. La produzione di Teatro Libero Palermo costruisce un personaggio che si muove “sul crinale tra la poesia e l’epopea, tra la parola tragica e la quotidianità”. Una riscrittura di una figura mitologica simbolica, guardando alla contemporaneità. Dioniso “è il dio dei mendicanti, dei senza nome, di quelli che non hanno nemmeno una storia” e Gaudé, “nella scelta del nome, compie un gesto significativo e carico di rimandi simbolici utili alla definizione del personaggio teatrale, della sua essenza e del suo profilo”: ovvero, “fa saltare le prime lettere che ne richiamano la dimensione divina, lasciando alla sua scrittura e alla scena quella terrena; Onysos è così uomo, i suoi impulsi sono i nostri”. Riparte, dunque, “dalla strada per dare una definizione e un volto a questa divinità oggi scesa in terra. Da una qualsiasi strada di una metropoli occidentale il nostro “uomo” inizia il suo racconto”.

Il Mito e i suoi rimandi alla contemporaneità sono al centro anche di “Elegia per la principessa barbara. A proposito di Medea”, lo spettacolo che sarà proposto domenica 4 settembre (ingresso gratuito), al Parco dei Tauriani, a Taureana di Palmi: la nuova produzione della Compagnia “Scena Nuda” torna, dunque, sul palco, dopo il successo del debutto a Portigliola, nell’ambito del Festival del Teatro Classico. A firmare la regia, due dei nomi più importanti del panorama teatrale contemporaneo, come Marco Sgrosso ed Elena Bucci, per uno spettacolo che unisce l’interpretazione alla parte musicale, che diviene strumento per entrare nella storia, grazie alla partitura eseguita dal vivo dal Maestro Alessandro Calcaramo e alla voce di Caterina Verduci. In scena, nel ruolo di Medea, Francesca Ciocchetti, protagonista sul palco insieme a Teresa Timpano, nel ruolo della nutrice, a Filippo Gessi, in quello di Giasone, Alfonso Paola (Creonte/Messaggero), Miryam Chilà e Francesca Pica (coro di donne corinzie).

Articoli Correlati