“Mi sono scocciato di sottostare alla legge del vivere civile che ti assoggetta a dire sì senza convinzione quando i no, convintissimi, ti saltano alla gola come tante bolle d’aria” - Eduardo De Filippo
HomeAgoràTerremoto in Turchia e Siria: il Comune di Vibo avvia una raccolta...

Terremoto in Turchia e Siria: il Comune di Vibo avvia una raccolta di beni primari per la città di Gaziantep

Il Comune di Vibo Valentia manifesta concreta solidarietà alla popolazione turca e siriana colpita dal devastante sisma dello scorso 5/6 febbraio, ed in particolare alla città di Gaziantep, nella Turchia del sud, con la quale da dieci anni è in essere un rapporto di amicizia in virtù del gemellaggio siglato nel 2013. Su iniziativa dell’assessore Michele Falduto, la giunta comunale guidata dal sindaco Maria Limardo, che da subito ha sposato l’idea, ha infatti deliberato l’avvio di una campagna di raccolta di beni di prima necessità da destinare proprio ai cittadini di Gaziantep.
“Nei giorni scorsi – spiega l’assessore Falduto, che ha la delega ai Gemellaggi – ho avuto modo di interloquire con il console turco Pinar Bolognini, il quale ci ha rappresentato le esigenze della popolazione in questa fase delicatissima del post sisma. Vibo Valentia intende quindi onorare il patto di amicizia con la città turca di Gaziantep, per tale motivo abbiamo avviato la raccolta di beni e medicinali denominata #donaconilcuore”. Per il sindaco Maria Limardo “è doveroso fare la propria parte con un contributo, anche minimo, che però significa tanto per chi in questo momento non ha niente”.
In particolare, potranno essere consegnati presso il centro di raccolta individuato nel mercato delle clarisse, a Vibo Valentia, ogni lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 15 alle 18: generi alimentari, esclusivamente a lunga scadenza e non deperibili; beni per l’igiene personale e per la pulizia; prodotti per primo soccorso e medicinali; inoltre sacchi a pelo, coperte termiche e torce elettriche. Per quanto riguarda abbigliamento e coperte, viene fatto presente che si raccolgono esclusivamente prodotti nuovi, con etichetta e/o sanificati, in sacche sotto vuoto, poiché i rigidi controlli su tali capi renderebbero complesso lo smistamento di quelli usati. Tutto questo sarà possibile anche grazie al supporto dell’associazionismo locale, con il coordinamento della Prociv Augustus guidata da Nicola Nocera.
In questo frangente è risultato fondamentale il supporto offerto dall’assessorato alle Politiche sociali guidato da Rosa Chiaravalloti, nel coinvolgimento delle associazioni del terzo settore e delle parrocchie, che si riveleranno preziose anche nella sensibilizzazione verso la cittadinanza. Afferma l’assessore Chiaravalloti: “Ancora una volta sono felice della preziosa attività di collaborazione tra assessorati e terzo settore. Un’azione sinergica condivisa non può che portare benefici. Pertanto continuiamo a lavorare per rispondere ai bisogni della nostra comunità e in generale ad aiutare chi è in difficoltà o sta vivendo situazioni di grande sofferenza come le popolazioni i cui territori sono stati colpiti dal terremoto”.
Articoli Correlati