“Agisci in modo che ogni tuo atto sia degno di diventare un ricordo” - Immanuel Kant
HomeCalabriaReggio CalabriaScambio delle consegne al Rotary Club di Gioia Tauro: l'avvocato Domenico Infantino...

Scambio delle consegne al Rotary Club di Gioia Tauro: l’avvocato Domenico Infantino è il nuovo presidente

Venerdì 29 luglio, nell’elegante scenario de “La Commanderie” di Gioia Tauro, si è celebrato lo scambio delle consegne del Club Rotary della città del porto. Il presidente uscente Antonio Castellano ha consegnato il tradizionale collare al presidente entrante avv. Domenico Infantino. Alla cerimonia, oltre ai numerosi soci, hanno assistito anche il governatore del Distretto Rotary 2102 avv. Giovanni Policastri, gli assistenti del governatore  Gina Scordo (per l’anno 2022/2023) e Giovanni Pascale (per l’anno 2021/2022), il presidente del Rotary Club di Palmi avv. Maria Stella Morabito, il past. Presidente del Rotary di Palmi D.ssa Sofia Ciappina, il past. Presidente del Rotary di Polistena Gaetano Vaccari, i soci onorari del Club gioiese Dott. Giuseppe Zampogna e avv. Gianfranco Saccomanno (anche in rappresentanza del Rotary di Nicotera Medma), il vice Sindaco di Gioia Tauro assessore alla cultura D.ssa Carmen Moliterno, il Vescovo Mons. Francesco Milito, il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Palmi avv. Antonino Parisi e il Sottotenente di Vascello Antonino Frisina della Guardia Costiera di Gioia Tauro.

Prima di cedere il collare al nuovo presidente Antonio Castellano, rotariano di lunghissimo corso, molto stimato da tutto il distretto 2102, ha inteso fortemente evidenziare come nel biennio trascorso il direttivo abbia lavorato in maniera coesa in un clima di sincera amicizia e di forte motivazione rotariana delineando i profili contributivi di ogni singolo componente del direttivo. Antonio Castellano ha pure consegnato ai presenti un bollettino sulle numerose e rilevanti attività realizzate dal sodalizio durante il biennio. Ricevuto il collare il nuovo presidente, dopo avere ringraziato il presidente uscente per l’opera prestata, certo che quest’ultimo continuerà a contribuire alla crescita del club con la sua consueta passione, ha subito presentato i componenti del nuovo direttivo che nel segno della continuità risulta così composto: Prof. Antonio Antonuccio vice presidente, Rag. Antonio Castellano past. Presidente, avv. Manuela Strangi segretario, Prof. Teresa Pagano prefetto, avv. Vincenzo Barca tesoriere, Cosmo Cutrì segretario esecutivo, Dott. Pino Giunta e Prof. Carmela Orso consiglieri.

Nel corso del suo intervento l’avv. Domenico Infantino ha ricordato l’affascinate avventura ultrasecolare del Rotary, fondato a Chicago nel 1905 e poi diffusosi in tutto il mondo, sviluppatasi attorno ai valori della tolleranza, della inclusione, della meritocrazia e del servizio oltre ogni interesse personale, con l’obiettivo di contribuire alla pace, alla salute e al benessere dei popoli del mondo. L’avv. Infantino ha anticipato alcuni dei progetti già in embrione  nel direttivo dell’anno trascorso. Tra i quali l’ambizioso disegno di fondare un premio letterario intitolato “Premio Oreste”, ossia alla figura mitologica che seguendo le indicazioni di Apollo avrebbe recuperato il senno dopo essersi immerso nel fiume Metauros (oggi Petrace) laddove ha fondato il porto di Oreste. In tale premio è prevista una importante sessione dedicata all’illustre scrittore gioiese Antonio Orso.  Il nuovo presidente ha voluto precisare il saldo legame del territorio con i più importanti miti della nostra civiltà, rammentando come sia la nave di Ulisse (nel viaggio cantato da Omero) che quella di Enea (nel poema scritto da Virgilio) abbiano solcato il mare che lambisce la città del porto. Il Club gioiese intende anche realizzare un progetto di formazione dedicato agli alunni delle scuole superiori sul volto costituzionale del principio di legalità (inteso nel duplice versante dell’obbligo dei cittadini al rispetto della legge e del dovere dello Stato di riconoscere i diritti inviolabili dei cittadini, che non sono sudditi), sulla presunzione di non colpevolezza, sul diritto di difesa e sul giusto processo. In cantiere anche una iniziativa da realizzare con il garante dei diritti dell’infanzia di Gioia Tauro Prof. Antonio Antonuccio (peraltro socio e vice presidente del club, oltre che presidente designato per l’anno 2024/2025) a vantaggio e a tutela di tale fascia d’età.

Subito dopo è intervenuto il governatore avv. Giovanni Policastri, il quale ha sottolineato la centralità dell’attività di servizio alla comunità nell’agire rotariano. L’avv. Policastri, richiamando il motto internazionale dell’anno in corso, ossia imagine Rotary, ha invitato ogni socio ad immaginare il Rotary del futuro, possibilmente sempre più inclusivo ed in prima linea nell’azione finalizzata al miglioramento delle condizioni di vita della collettività con particolare attenzione verso gli ultimi e i più sfortunati. A tal proposito il governatore Policastri ha ricordato l’appuntamento del prossimo 24 settembre a Germaneto per il progetto, ispirato all’agenda ONU 2030, condiviso con altri nove distretti e denominato “il Rotary nutre l’educazione”, finalizzato a confezionare almeno 57 mila pasti idonei a soddisfare le esigenze nutritive di circa 3 mila bambini dello Zimbawe  per la durata di un anno scolastico.

Hanno espresso il loro saluto e formulato l’augurio di buon lavoro al nuovo direttivo il Vescovo Mons. Francesco Milito, il Presidente dell’Ordine degli avvocati di Palmi avv. Antonino Parisi e il vicesindaco di Gioia Tauro Carmen Moliterno.

Nel corso della manifestazione sono stati presentati cinque nuovi soci: Domenico Romeo, Raffaele Fortunato, Simona Franco, Gabriella Andreacchio e Filippo Sorace.

La serata è poi proseguita con la tradizionale cena conviviale in un contesto disteso  di autentico spirito rotariano.

Una particolare nota di merito al puntuale e garbato lavoro svolto dal prefetto del club Prof. Teresa Pagano per la cura dell’organizzazione e la buona riuscita dell’evento.

 

 

Articoli Correlati