“Ti accorgerai com'è facile farsi un inutile software di scienza e vedrai che confuso problema è adoprare la propria esperienza” - Francesco Guccini, Culodritto
HomeCalabriaCrotoneNaufragio migranti, il nuovo prefetto di Crotone annuncia: "Ultime salme saranno trasferite...

Naufragio migranti, il nuovo prefetto di Crotone annuncia: “Ultime salme saranno trasferite entro martedì”

Tra lunedi’ e martedi’ prossimi saranno trasferite le ultime salme delle vittime del naufragio di Cutro che ancora si trovano nel Palazzetto dello sport di Crotone dopodiche’ la struttura sara’ restituita al Comune. Le salme ancora non identificate verranno trasferite al cimitero di Cutro.

Lo ha annunciato il nuovo prefetto di Crotone, Franca Ferraro, incontrando questa mattina i giornalisti in occasione del suo insediamento. Ha quindi informato che 36 superstiti del naufragio hanno fatto richiesta di protezione internazionale: attualmente sono ospitati presso un hotel di Crotone ed hanno gia’ svolto le audizioni con la delegazione del governo tedesco per la ricollocazione in Germania.

Sono invece 18 i richiedenti asilo in Italia che sono ospitati nei centri Sai; altri 18 si sono allontanati spontaneamente, mentre 4 sono in stato di arresto poiche’ considerati gli scafisti del barcone naufragato. Il prefetto ha ribadito che le ricerche dei dispersi, 11 secondo le segnalazioni dei sopravvissuti, proseguiranno ad oltranza.

Per quanto riguarda il trasferimento delle salme il prefetto ha spiegato che fino ad ora sono 78 quelle che hanno lasciato Crotone: 43 in Afganistan, 11 in Germania, 14 a Bologna, 1 e’ stata sepolta a Crotone, 1 in Finlandia, 6 in Pakistan, 1 in Iran, 1 Tunisia. Restano da trasferire 11 salme di cui 7 non identificate (4 adulti e tre bambini), 2 identificate e non reclamate (una e’ di un neonato), due invece andranno in Palestina ed Afganistan.

“Vorrei restituire alla citta’ il Palamilone entro martedi’ – ha detto il prefetto – dobbiamo aspettare che partano le salme per l’estero e poi trasferiremo nel vecchio cimitero di Cutro le salme non reclamate e le eventuali salme dei dispersi che verranno rinvenute”.

Articoli Correlati