“Chiunque sia un uomo libero non può starsene a dormire” - Aristofane
HomeCalabriaCosenzaRende, Laboratorio Civico: "De Rose causa del suo mal. La sua mozione...

Rende, Laboratorio Civico: “De Rose causa del suo mal. La sua mozione neanche presentata”

“Sì è assistito nella scorsa seduta consiliare all’ennesimo tentativo fallito da parte di Massimiliano De Rose di tacere.
Un atto, questo, che sicuramente gli avrebbe impedito di rimediare l’ennesima figuraccia in seno al consiglio comunale.
L’ordine del giorno su cui avrebbe dovuto relazionare, ma che in realtà celava il goffo tentativo di prendere tempo, non è stato neanche presentato dal diretto interessato e comunque firmato, oltre che da lui stesso, da un solo altro consigliere!
Tanto rumore per nulla.
Un ordine del giorno indifferibile ed urgente sulla richiesta di costituzione di parte civile da parte del comune nel processo Reset.
Il fine giurista avrebbe dovuto indignarsi piuttosto dell’assalto al municipio fatto in pompa magna, dei selfie davanti la casa comunale, dei titoloni di una inchiesta che si è oramai sgonfiata perché priva di elementi probatori.
Ma essendo noi garantisti abbiamo comunque messo ai voti tale folle proposta e, naturalmente, rigettata.
Frattanto il consigliere De Rose in che pianeta era mentre il presidente del consiglio chiedeva ai presenti chi volesse intervenire nella discussione del PSC?
Non ci pare lamentasse problemi d’udito, forse più di comprendonio!
Taccia per una volta e ricordi, per l’avvenire che: “chi è causa del suo mal, pianga se stesso”.

Così si legge in una nota di Laboratorio Civico.

Articoli Correlati