“La libertà, Sancio, è uno dei doni più preziosi che i cieli dettero agli uomini… Quindi per la libertà come per l’onore si può e si deve rischiar la vita” - Cervantes – “Don Chisciotte”
HomeCalabriaCosenzaIl Movimento civico NOI con Simona Loizzo per la Biblioteca Civica di...

Il Movimento civico NOI con Simona Loizzo per la Biblioteca Civica di Cosenza

Il caso della Biblioteca Civica di Cosenza incapace di risollevare il suo destino pur essendo cuore della cultura cosentina insieme alla Biblioteca Nazionale dura oramai da anni. “Concordiamo con quanto dichiarato questa mattina dall’on. Simona Loizzo che vuole affrontare il problema portandolo direttamente sul tavolo del Ministro Sangiuliano e allo stesso tempo coinvolgendo il vice presidente della Regione Calabria perchè si dimostri che la politica può dare segni concreti rispetto alla soluzione di problemi annosi. Lo dichiara il portavoce nazionale dei Popolari del Movimento civico NOI Fabio Gallo che aggiunge: “l’attuale governo sta attuando programmi che aiuteranno molto la valorizzazione del Patrimonio culturale italiano dalla quale tutela, valorizzazione e conservazione, dipendono l’identità del nostro Paese e, le nuove economie che sono il lavoro. Oggi il nostro Paese ha bisogno di lavoro che dia dignità e non di politiche mirate a creare subalternità passiva. Ci complimentiamo – conclude la nota – con l’on. Loizzo, unica che concretamente sta guardando alla tutela di questo settore strategico per la Calabria è per l’intero Paese”.

Segue la nota dell’on. Loizzo: “C’è bisogno di un impegno comune per la biblioteca civica di Cosenza, un patrimonio culturale immenso”. Lo afferma l’on Simona Loizzo deputato della Lega e membro della commissione cultura della Camera. “Ho sentito il direttore della biblioteca e assicurato il mio sostegno, atteso che sottoporrò la questione al ministro Sangiuliano, seppure esuli dalle competenze dirette del Ministero. Si tratta della seconda biblioteca per importanza ai tempi del Regno di Napoli – continua Loizzo – che custodisce manoscritti preziosi. Il comune oggettivamente non può fare molto essendo in dissesto ma chiedo all’assessore regionale Princi di sostenere finanziariamente la struttura. Dobbiamo fare il possibile tutti insieme – conclude Loizzo – per tutelare una ricchezza di queste dimensioni”.

Articoli Correlati