“Sopra il foglio bianco si preparano al balzo lettere che possono mettersi male, un assedio di frasiche non lasceranno scampo” - Wisława Szymborska
HomeAgoràAgorà Reggio Calabria"BiblioF.A.T.A. poli-eleMENTI": da Bova Marina un progetto per rafforzare la coesione sociale...

“BiblioF.A.T.A. poli-eleMENTI”: da Bova Marina un progetto per rafforzare la coesione sociale nell’area grecanica

Il progetto “BiblioF.A.T.A. poli-eleMENTI mira a rafforzare la coesione sociale nell’area grecanica, attraverso la messa in rete delle biblioteche site nei comuni di Melito di Porto Salvo, Montebello Jonico, Roghudi e Bova Marina.

Ogni polo sarà identificato da uno dei quattro elementi naturali: aria, il polo di Bova Marina, la biblioteca, sarà luogo di libertà intellettuale e di idee che si diffondono.

Sarà un luogo di scambio di conoscenze e di confronto tra le idee, come il vento che spira in modo libero e incontrollato – afferma l’assessore comunale Francesco Orlando che ricorda che tra i 4 partner vi è l’Istituto Euclide -. Tante le iniziative in programma da realizzare in ogni polo bibliotecario con attività itineranti per bambini e non. I quattro poli aderiranno al programma Alternanza Scuola Lavoro previsto dalla L. 107/2015, dove gli studenti implementeranno il percorso formativo con un’esperienza diretta nel mondo del lavoro”.

Nel fitto programma sono incluse anche le passeggiate narrative: le biblioteche incontreranno gli spazi urbani ed extraurbani: siti archeologici, luoghi della memoria, sentieri, parchi diverranno location dove sarà possibile incontrarsi e incontrare il valore sociale della lettura come mezzo di liberazione e di crescita culturale.

Obiettivo del progetto creare un legame conoscitivo tra le nuove generazioni e gli anziani che vivono nell’entroterra, consolidando l’identità e la cultura locale, nonché rispettare gli adulti e conoscere le periferie attraverso, incontri, interviste, confronti.

Sarà realizzata una pubblicazione di storie di vita ricche di vissuto – continua l’assessore comunale -. E ancora, un concorso letterario internazionale promosso e organizzato dai quattro poli e rivolto a giovani scrittori di età compresa fra i 15 e i 20 anni per la scrittura di un racconto a tema o libero e illustrazioni. I cinque racconti inediti finalisti verranno raccolti in una collana a uso istituzionale realizzata a cura dei poli. Saranno strutturate attività creative e laboratoriali con l’aiuto delle associazioni partner, legate al mondo della narrazione, della scrittura, della grafica, del cinema, della musica, del teatro sociale e dell’arte. Tutte le attività saranno svolte in “comfort zone” laboratoriali attrezzate con pc, periferiche dedicate e relativo software che i giovani potranno utilizzare per sperimentarsi. Sarà creata anche una Gaming Zone, uno spazio riservato al gioco, nelle sue molteplici accezioni, destinato non soltanto ai ragazzi ma anche a fasce più ampie di utenza. La Gaming Zone potrebbe essere un nuovo servizio della biblioteca, non visto quindi come un’estensione strana e particolare con regole diverse, ma come parte del integrante dei servizi offerti agli utenti”.

Articoli Correlati