“Scuotendosi di dosso il giogo politico, la società civile si scuote di dosso i lacci che avvincevano il suo spirito egoista” - Karl Marx
HomeAgoràAgorà Cosenza"Oltre lo Spazio", al via a Cosenza l'Osservatorio astronomico senza barriere

“Oltre lo Spazio”, al via a Cosenza l’Osservatorio astronomico senza barriere

Orientarsi in cielo e osservare galassie, nebulose e ammassi stellari. Uno spettacolo che cambia continuamente e che da due sere viene raccontato a Cosenza dal Gruppi Astrofili Menkalinan e dal Gruppo Astrofili Giovan Battista Amico (GBA). L’Osservatorio astronomico si trova in via G. Gravina (angolo Galleria Nazionale) e gli eventi si svolgeranno, a partire dalle 21.00, anche nei giorni 11, 15,18, 26 e 31 luglio. Un’iniziativa gratuita, senza barriere, accessibile a tutti, consentendo anche a chi è affetto da disabilità motorie di provare l’emozione della scoperta del cielo e di avvicinarsi all’affascinante mondo dell’astronomia.
L’Osservatorio rientra nell’ambito del progetto “Oltre lo Spazio – Mostra Multimediale Immersiva” che, fino al 31 luglio, racchiude una serie di eventi – mostre, talk, animazioni video, installazioni ed esperienze sensoriali, spettacolo teatrale in realtà virtuale – rivolti a grandi e piccini.
Domani, giovedì 11 luglio, alle ore 18.30, si terrà un talk dal titolo “Christofer Nolan: Oltre i confini dello spazio”. A iniziare dal film Interstellar – che ha portato per la prima volta al cinema la rappresentazione fedele sui buchi neri – il docente di discipline audiovisive, Anthony De Rosa, ci accompagnerà in un viaggio partendo dall’arte cinematografica di Georges Méliès che gettò le basi del cinema di fantascienza e spiegherà come il cinema contemporaneo sia stato contaminato dalle teorie sullo spazio, il tempo e la relatività. Introdurrà i lavori la consigliera delegata alla Cultura, Antonietta Cozza. Sarà, invece, il musicista Dario Della Rossa a ripercorrere alcune delle colonne sonore più belle del compositore premio Oscar, Christofer Nolan.
Venerdì 12 luglio, alle ore 18.30, al Museo dei Brettii e degli Enotri, partiranno i talk di carattere scientifico e divulgativo. Alfredo Garro, professore associato di ingegneria informatica all’Università della Calabria, terrà il primo incontro sul tema “Il Programma Artemis della Nasa: essere parte di una nuova epopea spaziale”.
A cinquant’anni dall’ultimo allunaggio dell’Apollo 17, il programma Artemis della NASA mira a portare “la prima donna e il prossimo uomo” sulla Luna entro il 2026, creando una base lunare stabile per future esplorazioni su Marte. Con un costo stimato di 93 miliardi di dollari, il programma coinvolge la NASA e le principali agenzie spaziali mondiali, tra cui ESA, ASI, JAXA, UK Space Agency e CSA, con la partecipazione dell’Unical.
“Oltre lo Spazio – Mostra Multimediale Immersiva” è un progetto realizzato da GF Entertainment di Gianluigi Fabiano e nasce grazie alla collaborazione di diverse associazioni del territorio: Gruppo Astrofili Menkalinan, Gruppo Astrofili Giovan Battista Amico (GBA), U.A.I divulgazione inclusiva, il progetto Cosmo della Rivoluzione delle Seppie, Moema Academy. L’evento è finanziato con “risorse PSC Piano di Sviluppo e Coesione 6.02.’2 erogate ad esito dell’avviso “Attività culturali 2022” della Regione Calabria – Dipartimento Istruzione formazione e pari opportunità – Settore cultura”, ed è realizzato in collaborazione con l’amministrazione comunale di Cosenza.

 

Articoli Correlati