“La verità è la nostra padrona, non noi i suoi padroni” - Mihai Eminescu
HomeFronte del palcoFronte del palco CosenzaDomani sera Francesco Baccini in concerto a Paola

Domani sera Francesco Baccini in concerto a Paola

Tutto pronto a Paola, la Città in cui nacque nel 1416 San Francesco, fondatore dell’Ordine dei Minimi, per il concerto di Francesco Baccini con la sua band, evento musicale voluto dall’Amministrazione Comunale proprio per la storica ricorrenza della Festività dell’amato Santo.

Il concerto si terrà ad ingresso gratuito nella suggestiva cornice di Piazza IV Novembre con inizio alle ore 21.30. In realtà, la Chiesa ricorda San Francesco di Paola il 2 aprile, giorno della sua morte nel 1507 in Francia, ma nella sua Città natale si festeggia appunto nei primi giorni di maggio.

Il motivo di questo differimento della festa risale alla sua canonizzazione, avvenuta il 1° maggio del 1519. Erano passati soltanto dodici anni dalla morte quando Papa Leone X, dopo un regolare processo canonico, lo volle innalzare agli onori degli altari. Da allora i cittadini Paolani continuano a festeggiare solennemente il loro Santo in questi giorni. Nel corso dei secoli, la festa di maggio continuò ad essere celebrata in aggiunta a quelle che fanno memoria della nascita (27 marzo), della morte (2 aprile) e della protezione del Santo alla sua città in occasione di devastanti terremoti.

Le principali funzioni religiose che si svolgono in questi giorni a Paola sono l’accensione della lampada votiva, che celebra il patronato di san Francesco sulla Regione Calabria ogni 2 maggio, la benedizione del mare con il Santo Mantello il 3 maggio, mentre il 4 maggio il busto argenteo del Patrono della città di Paola è portato a spalla in processione per le vie cittadine.

Il concerto di Francesco Baccini è stato scelto dallo stesso sindaco, avvocato Roberto Perrotta:  “Ho voluto questo grande cantautore della scuola genovese, oltre che per la sua bravura e i suoi successi, anche per il forte legame che lo lega al nostro Santo. Il suo nome, infatti, come ha spiegato egli stesso in tv, è proprio in onore di San Francesco di Paola, per il quale nella sua famiglia c’era una sincera e profonda devozione. In mattinata visiteremo insieme il Santuario, come da suo desiderio, motivo per il quale è già arrivato in Città. Voglio ringraziarlo personalmente, sia da suo estimatore, sia perché è un naturale e autentico testimonial del nostro amato San Francesco, venerato in tutto il mondo”.

L’assessore alla Cultura Grazia Surace, che ha seguito ogni fase organizzativa, ha sottolineato lo spessore artistico di Baccini, grande cantautore e pianista che ha avuto modo di confrontarsi e collaborare con alcuni dei più grandi musicisti italiani, tra i quali Fabrizio De André”.

Nato a Genova il 4 ottobre 1960, Francesco Baccini ha iniziato studiando pianoforte. Nel 1989 ha pubblicato il primo album, Cartoons, vincendo la Targa Tenco per la migliore opera prima. Nello stesso anno vince anche “Un disco per l’estate” con il brano “Figlio unico”.  Il successo di critica lo porta subito a pubblicare un nuovo album. Ed è proprio nel 1990 che arriva uno dei suoi più grandi successi, Sotto questo sole, brano cantato con Paolo Belli e i Ladri di Biciclette, con cui vince il Festivalbar. Nel 2005 Baccini, insieme a Dolcenera, ha preso parte al reality show Music Farm. Nel 2006 partecipa al Festival di Sanremo, per duettare con l’amico Povia sulle note di “Vorrei avere il becco”. Tra i suoi brani più noti, frutto della fusione tra la sua vena artistica, un’innata ironia e il suo impegno sociale da autentico intellettuale della musica d’autore italiana, ci sono successi senza tempo come “Le donne di Modena”, “Giulio Andreotti” e “Renato Curcio”, tratti dall’album “Nomi e cognomi” del 1992. Ed ancora “Ho voglia di innamorarmi”, una delle sue canzoni più famose, pubblicata con un libro dallo stesso titolo edito da Bompiani. Nel 1994 esce il singolo “Lei sta con te”, una rivisitazione reggae del brano di Bruno Lauzi. Nel 1996 esce l’album “Baccini a colori” e, subito dopo, si presenta al Festival di Sanremo con il brano “Senza tù“. Tra le collaborazioni degli ultimi anni quella con Sergio Caputo e la partecipazione ad alcuni films, tra cui “Credo in un solo padre”. Il 2019 è l’anno dei 30 anni di carriera, che festeggia con oltre 70 concerti in giro per l’Italia e un enorme successo di pubblico. Con Baccini si apre la stagione calabrese dei concerti e si tornano a vivere le emozioni della grande musica dal vivo all’aperto dopo un periodo di limitazioni. L’evento è predisposto per il Comune di Paola dal promoter Ruggero Pegna, che torna a Paola dopo diversi eventi organizzati per questa ricorrenza, dal megaconcerto dei Pooh sul lungomare a quello di Paolo Belli, fino alla produzione del colossal musicale Francesco de Paula, composto da Francesco Perri, direttore del Conservatorio di Cosenza.

Articoli Correlati