“Sopra il foglio bianco si preparano al balzo lettere che possono mettersi male, un assedio di frasiche non lasceranno scampo” - Wisława Szymborska
HomeCalabriaReggio CalabriaOk in Comitato di Sorveglianza alla relazione annuale del Psc della Città...

Ok in Comitato di Sorveglianza alla relazione annuale del Psc della Città Metropolitana di Reggio Calabria

Anche per l’anno in corso, entro il termine del 31 maggio, il Comitato di Sorveglianza, preposto al controllo dello stato di attuazione del PSC, regolarmente convocato, ha approvato, in prima istanza, la relazione annuale del PSC al 31 dicembre 2023, all’esito della riunione tenutasi lo scorso 22 maggio in modalità telematica.

L’ingegner Pietro Foti, Dirigente del Settore 10 “Pianificazione – Valorizzazione del Territorio –Leggi Speciali”, Autorità Responsabile del PSC, con la collaborazione dei dipendenti e dei collaboratori presenti, ha esposto i punti salienti della Relazione in merito all’andamento della spesa nel corso dell’anno 2023, alle attività di monitoraggio e controllo in loco effettuate e, circostanza di particolare rilievo, al sostanziale consolidamento del finanziamento complessivo del PSC, in quanto tutti gli interventi originari sono stati confermati e due sono transitati nella programmazione regionale FSC 2017/2021.

L’attuale dotazione finanziaria del PSC della Città Metropolitana, pertanto, al netto dei due interventi transitati sulla programmazione regionale, è pari a 134.820.000,00 euro.

Nel corso della medesima riunione, durante la quale è più volte emerso l’ottimo rapporto di collaborazione instauratosi tra la Città Metropolitana ed i rappresentanti delle istituzioni che compongono il Comitato di Sorveglianza, è stata esaminata ed approvata la proposta di riprogrammazione dell’attuale PSC, mediante redistribuzione di alcuni importi tra gli interventi ancora in itinere e l’inserimento di nuovi interventi – alcuni dei quali provenienti da altri canali finanziari – al fine di ottimizzare l’impiego dell’attuale dotazione finanziaria, anche mediante riutilizzo delle economie accertate.

Le sinergie in campo hanno sortito, ancora una volta, ottimi risultati, confermando in toto la positività delle modalità operative improntate ai principii di cooperazione, condivisione e confronto interistituzionale per il raggiungimento di un comune obiettivo finale, volto al pieno soddisfacimento del pubblico interesse delle comunità locali.

Articoli Correlati