“Gli errori sono allegri, la verità è infernale” - Albert Camus
HomeAltri sportSerie B: mentre la Domotek Volley Reggio Calabria marcia spedita, il girone...

Serie B: mentre la Domotek Volley Reggio Calabria marcia spedita, il girone di ritorno si presenta con tonfi inattesi e incursioni velenose

Sorprendente e lontano anni luce da una noiosa prevedibilità scontata: è così che ha scelto di presentarsi il primo turno della seconda parte del girone I del campionato di Serie B di volley. Esiti inattesi, incursioni velenose in trasferta, tonfi casalinghi che hanno fatto rumore. Nulla di tutto questo, naturalmente, è accaduto sabato pomeriggio al PalaCalafiore di Reggio Calabria: la Domotek (36 punti) è un carro armato, i suoi cingoli non smettono mai di girare, avanza con potenza imperturbabile qualunque sia il colore delle divise che si trova di fronte. L’ultima a cedere sotto i colpi amaranto è stata, come noto, la Volley Bisignano (3-0), invischiata pesantemente nella lotta per la salvezza essendo appaiata, in terz’ultima posizione alla Systemia Viagrande Catania che ha perso una ghiotta occasione di prendere respiro. E’, infatti, crollata, nello scontro diretto a domicilio con la Tonno Callipo Vibo Valentia (0-3) che, invece, con i tre punti ghermiti in Sicilia, ha compiuto un balzo notevole verso l’obiettivo stagionale. Meno inaspettato il successo, altrettanto rotondo (0-3) della Raffaele Lamezia al PalaOreto di Palermo: i padroni di casa, sempre più a rischio, hanno l’obbligo di guardarsi le spalle, mentre i calabresi, al quarto posto con 23 punti, rimangono attaccati al treno delle prime. Hanno affiancato l’Aquila Bronte, ferma per un turno di riposo ed avvicinatasi alla Paomar Volley Siracusa, distante appena tre lunghezze. Il team aretuseo non ha avuto scampo (3-0) in casa della Ciclope Volley Bronte, seconda in classifica dietro la capolista Domotek da cui la separano otto lunghezze. Straordinaria l’impresa, importantissima per continuare a credere nella permanenza in Serie B, di cui si è resa protagonista la Costa Dolci Papiro Catania che, ospite della più quotata Datterino Letojanni (22 punti), è riuscita a risalire, sotto di due set a 0 e parziale dopo parziale, ha vinto il combattuto braccio di ferro del tie-break (13-15) riunendosi così, a 9 punti, alla Volley Bisignano, come detto ferma al terzultimo posto.

Articoli Correlati