“La libertà è uno stato di grazia e si è liberi solo mentre si lotta per conquistarla” - Luis Sepúlveda
HomeAgoràAgorà Vibo ValentiaDemenze, a Pizzo il nuovo Caffè Alzheimer dell'Associazione per la Ricerca Neurogenetica

Demenze, a Pizzo il nuovo Caffè Alzheimer dell’Associazione per la Ricerca Neurogenetica

L’Associazione per la Ricerca Neurogenetica ODV partecipa al programma di attività della Fondazione Maratona Alzheimer dedicato alla cura. Sabato 28 Maggio alle ore 18 presso il Castello Murat di Pizzo si svolgerà la presentazione del nuovo Caffè Alzheimer, parte integrante del progetto “Caffè Alzheimer diffuso”.  Il progetto è sostenuto dal Bando Fondazione Roche per i pazienti e dalla Fondazione Maratona Alzheimer che, oltre ad assicurare un supporto economico in tre anni, ha messo a disposizione la sua rete di associazioni sul territorio nazionale, con particolare attenzione alle aree più svantaggiate e in zone cui questi servizi sono ancora poco sviluppati (Nasceranno dei Caffè Alzheimer anche nei Comuni di S. Ginesio, nella provincia di Macerata, zona colpita dal terremoto nel 2016, e di Messina).

Ora, dopo il corso di formazione svoltosi a Bertinoro il 27 e 28 aprile, si entra nel vivo. Questo sabato, nella splendida cornice del Castello Murat a Pizzo, ARN presenterà alla cittadinanza le prossime attività del caffè di Pizzo.

Per chi non avesse familiarità con questo concetto, i Caffè Alzheimer sono dei luoghi d’incontro accoglienti e de-istituzionalizzati, dove persone affette da demenze e i loro familiari possono ritrovarsi in un clima di serenità, insieme a personale esperto.  Durante gli incontri, settimanali e sempre gratuiti per i partecipanti, si svolgeranno tante attività diverse, volte alla stimolazione delle abilità sociali, cognitive e manuali. I caffè si propongono inoltre di stare accanto ai familiari nel loro delicato ruolo di caregiver, favorendo la creazione di una naturale rete di sostegno e di fornire informazioni sulla malattia.

Il cuore pulsante dei caffè è senza dubbio lo spazio accogliente in cui sono inseriti che, oltre a favorire la socializzazione, ne promuove la conoscenza all’interno della comunità, contribuendo in maniera significativa all’azione culturale di riduzione dello stigma che ancora avvolge il mondo delle demenze. I caffè Alzheimer si caratterizzano come “luoghi di vita” più che come luoghi di cura, funzione ben sottolineata dal consumare insieme un caffè o una bibita alla fine delle attività. Per partecipare al nostro caffè di Pizzo o per chiedere ulteriori informazioni si può scrivere a associazioneneurogenetica@gmail.com.

Durante l’evento di inaugurazione, moderato da Antonio Laganà (presidente ARN), interverranno il Commissario straordinario di Pizzo Dott. Antonio Reppucci, la professoressa Amalia Cecilia Bruni (vicepresidente della commissione sanità della Regione Calabria), il dott. Raffaele Di Lorenzo (neurologo, già al Centro Regionale di Neurogenetica e componente del consiglio direttivo ARN), le dottoresse Teresa Dattilo (assistente sociale e progettista ARN), e Paola Zaira Sciutto (Psicologa)

Le associazioni che prenderanno parte al progetto del “Caffè Alzheimer Diffuso”, grazie ai rapporti messi in campo dalla Fondazione, sono 17 che realizzeranno complessivamente 19 Caffè Alzheimer in 9 diverse regioni italiane.

Articoli Correlati