“Chi non conosce la verità è soltanto uno sciocco; ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un malfattore” - Bertolt Brecht
HomeAgoràAgorà CatanzaroFestival delle Erranze: il 13 agosto la chiusura con il “Concerto per...

Festival delle Erranze: il 13 agosto la chiusura con il “Concerto per la Foresta”

La mattina di sabato 13 agosto si concluderà l’edizione 2022 del Festival delle Erranze e della Filoxenia, la rassegna culturale dei paesi del comprensorio dei monti Reventino e Mancuso giunta ormai alla sua quinta edizione. Alla Faggeta di Condrò si ripeterà lo storico evento del “Concerto per la Foresta”, una breve escursione con, a seguire, un intervento musicale ed artistico che si ripete ormai sin dalla prima edizione del Festival.

Alle 8,30 ritrovo alla fine dell’asfalto della strada che dal Passo di Condrò (raggiungibile con la provinciale n. 82 che collega Lamezia Terme a Serrastretta) va verso la Cona del Corvo. Il gruppo degli escursionisti partirà subito per una passeggiata di quattro km (andata e ritorno) adatta a tutti (purché si abbiano scarpe da trekking ed abbigliamento adeguato). In meno di un’ora, passando per una magnifica cerreta e poi nei boschi sommitali di conifere, si raggiungerà la panoramica radura di Pietre delle Quadarelle, con vedute sulla Conca di Decollatura e sulla Sila. Le Pietre delle Quadarelle sono formazioni rocciose di varie forme e dimensioni che costellano la radura e che sono chiamate così dal termine dialettale “quadara” che significa “pentola”. Le pietre, infatti, sono costellate di incisioni a forma di coppa di varie dimensioni. Queste incisioni, fatte dall’uomo in epoca remota, sono state studiate, in altri siti dell’area del Reventino-Mancuso dagli archeologi Dario Sigari e Ginevra Gaglianese (in particolare per la Pietra di S. Filomena di Decollatura). Si tratta, con molta probabilità di “coppelle” preistoriche con funzioni religiose, la cui memoria si è persa col trascorrere del tempo.

Alle Pietre delle Quadarelle vi sarà l’incontro con l’allevatore Michele Scalise di Serrastretta ed il suo gregge di capre “nicastresi” (una varietà di alto pregio) con cani da pastore silani provenienti da allevamenti certificati.

Ritornati al punto di partenza, in una conca naturale nel folto della Faggeta Condrò, località Cona del Corvo, alle ore 10,30 si esibiranno i musicisti Danilo Guido (sassofoni) e Maurizio Cauteruccio (fisarmonica), con un repertorio che spazia dalle musiche di Astor Piazzolla ed Ennio Morricone al jazz contemporaneo.

Ad arricchire l’evento, le installazioni dell’artista Savina Tarsitano con le “Tele per la pace” di Kids Guernica e del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto.

Articoli Correlati