“Chi non conosce la verità è soltanto uno sciocco; ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un malfattore” - Bertolt Brecht
HomeFronte del palcoFronte del palco CosenzaIl Festival dell'Energia "Omnia è" si chiude a Cosenza con il concerto...

Il Festival dell’Energia “Omnia è” si chiude a Cosenza con il concerto dei “The Kolors”: “Dopo la ‘Depressione’ è nato il musical, dopo questo ‘tappo emotivo’ chissà…”

di Roberta Mazzuca – Grande successo e incontenibile entusiasmo ieri sera a Cosenza per il gruppo musicale formato da Antonio Stash Fiordispino, Alex Fiordispino, e Daniele Mona, in arte “The Kolors”. La band, divenuta nota in seguito alla partecipazione al talent show “Amici” ideato e condotto da Maria De Filippi, da cui è uscita vincitrice nel 2015, ha riempito con la propria musica e quella carica che fin dai tempi della scuola l’ha contraddistinta, la piazza antistante il Comune bruzio, regalando ai molti bambini, ragazzi, ma anche adulti presenti, una coinvolgente e irrefrenabile energia.

Il concerto, evento conclusivo del Festival dell’Energia “Omnia è”, organizzato in partnership tra il gruppo Omnia e l’amministrazione guidata dal sindaco Franz Caruso, ha voluto rappresentare un momento di riflessione sui temi della sostenibilità ambientale e dell’efficientamento energetico. Ai “The Kolors” il compito di operare questa campagna di sensibilizzazione per mezzo della loro musica: “Non lo facciamo solo stasera, è sicuramente il nostro compito in quanto realtà che si rivolge tanto alle nuove generazioni” – ci dice il frontman della band Stash interrogato ai nostri microfoni prima del concerto. “Abbiamo già fatto altri eventi del genere, soprattutto in questo tour, in cui prestiamo il fianco a delle iniziative che strizzano l’occhio un pochino di più al green, al futuro di questo mondo che è nelle nostre mani e in quelle poi dei nostri figli. Il nostro compito è sicuramente quotidiano, non solo su un palco come quello di stasera”.

La musica, dunque, come veicolo di messaggi positivi e costruttivi, come mezzo di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, come grido di ripartenza per un futuro migliore. Una band, quella dei “The Kolors”, particolarmente amata dai giovani, come testimoniato dalla grande affluenza dei più piccoli che, sotto il palco allestito in Piazza dei Bruzi, cantano a squarciagola le loro canzoni in un tripudio di euforia e ammirazione. Dalla travolgente “Everytime” degli inizi, alla calda e avvolgente “Me Minus You”, fino ad arrivare a “Frida (mai, mai, mai)”, brano con cui il trio ha preso parte al sessantottesimo Festival di Sanremo, passando ancora per “Non è vero”, “Cabriolet Panorama”, e “Blackout”.

“Ci siamo trasferiti da Napoli a Milano a 19 anni, con questo grande sogno, con tre o quattro canzoni impacchettate in un cd per poi bussare alle radio” – racconta Stash dal palco di Piazza dei Bruzi. “Quelle porte ti vengono sbattute in faccia molte volte, sapete. Ecco, questa è la prima canzone che era su quel primo cd che ci siamo registrati, e suonarla qui oggi è la cosa più assurda. Si chiama “Why don’t you love me?”. Un ritorno al passato che si compie egregiamente anche attraverso le cover, da “Radio Ga Ga” dei Queen a “Il Mondo”, versione della canzone di Jimmy Fontana che, ai tempi della scuola di “Amici”, lasciò tutti senza fiato per la sua interpretazione, includendo il ritornello del singolo indie pop “We are young”. E lo ha fatto ancora oggi, in questo accattivante viaggio tra gli anni ‘60 e ‘80, compiuto con una contemporaneità che conquista anche i più giovani.

Il messaggio di Caruso e D’Agostino ai giovani: “Studiate, la conoscenza si trasforma in competenza. In Calabria c’è bisogno di valore”

Il concerto, aperto da Pasquale Sculco, in arte “Carboidrati”, reduci anch’essi da una partecipazione ad “Amici”, è stato preceduto dalle parole dell’amministratore delegato di Omnia, Vincenzo D’Agostino, e da quelle del sindaco Franz Caruso, che hanno ricordato ai ragazzi l’importanza dello studio, della competenza, e del rispetto. “Un consiglio ai giovani: studiate, perché la conoscenza si trasforma in competenza. E in Calabria abbiamo bisogno di valore” – afferma D’Agostino. E il Sindaco rincalza: “Insieme contribuiamo a risparmiare l’energia ed efficientare i costi, e da Cosenza mandiamo questo messaggio a tutto il paese. Dobbiamo, anche in una situazione di difficoltà, avere un momento di allegria, e stasera è uno di quelli. Però il messaggio è chiaro: rispettare l’ambiente e l’energia, compiendo anche piccoli gesti quotidiani come quello di spegnere la luce”.

L’evento, presentato dalla giornalista e conduttrice tv Francesca Russo, ha quindi reso la piazza di Cosenza volano di messaggi importanti e più che mai attuali, ospitando una band che, con il suo tour, ha fatto record di concerti per tutta l’estate: “Questo è il tour della ripartenza, anche per le persone, non solo per noi sul palco. È l’emblema del ‘tappo emotivo’ che abbiamo avuto per due anni in tutto il settore spettacolo, e finalmente si ritorna a vivere” – afferma Stash intervistato. “Se pensiamo che dopo la ‘Depressione’ è nato il musical, beh, la risposta delle persone mi fa pensare storicamente a questo collegamento qui”. E con queste parole intrise di profonda speranza e voglia di rinascita, i “The Kolors” lasciano la sala stampa per donarsi totalmente al loro accogliente pubblico.

Articoli Correlati