“L’illusione è la gramigna più tenace della coscienza collettiva: la storia insegna, ma non ha scolari” - Antonio Gramsci
HomeCalabriaReggio CalabriaTratta ferroviaria Bagnara-Palmi, esercitazione di Protezione civile in galleria

Tratta ferroviaria Bagnara-Palmi, esercitazione di Protezione civile in galleria

Si è svolta la scorsa notte un’esercitazione di emergenza ferroviaria in galleria lungo la linea Tirrenica, prevista nella pianificazione annuale del Gruppo FS. In particolare, lo scenario complessivo ha interessato le gallerie Elia Janculla – San Sebastiano – Torre Bagnara – Bagnara” del binario dispari, e S. Elia/Torre Palmi – Janculla/Leone/Frana – San Sebastiano – Torre Bagnara del binario pari, tra Bagnara e Palmi. L’obiettivo è stato quello di verificare e consolidare le procedure e i flussi comunicativi in emergenza tra i vari Enti, in caso di incidente in galleria ferroviaria.

All’esercitazione, realizzata con il coordinamento della Prefettura di Reggio Calabria, hanno partecipato le strutture di Rete Ferroviaria Italiana, Trenitalia e FS Security (Gruppo FS Italiane), la Protezione Civile della Regione Calabria, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Reggio Calabria, il Servizio di Emergenza (118) e associazioni di volontariato.

Nella simulazione, un treno viaggiatori si è arrestato circa 200 metri dopo aver imboccato la galleria S. Elia/Torre Palmi, in seguito all’impatto con un ostacolo che ha causato il blocco di un asse del locomotore, con conseguente principio d’incendio. Il capotreno, dopo aver constatato che alcuni viaggiatori lamentavano difficoltà respiratorie e deambulatorie, ha attivato tutte le procedure di assistenza, avvisando la Sala Operativa che a sua volta ha allertato immediatamente i Vigili del Fuoco, il 118, la Protezione Civile e la Polfer. La circolazione dei treni sul tratto Bagnara – Palmi è stata subito interrotta. Dopo le operazioni di soccorso dei viaggiatori e la messa in sicurezza del treno sviato, i tecnici hanno effettuato una ricognizione lungo linea per accertare le condizioni dell’infrastruttura. La simulazione si è conclusa con la ripresa della circolazione.

 

L’esercitazione ha permesso di testare il Piano Generale di Emergenza esterna e le sue procedure per incrementare gli standard di sicurezza; verificata, inoltre, la capacità di risposta del sistema dei soccorsi in situazioni di emergenza, attraverso il riscontro dei tempi di intervento, delle modalità di attivazione degli Enti coinvolti e dell’idoneità dei mezzi di comunicazione. In particolare, è stata verificata l’accessibilità alla galleria con mezzi di soccorso, per consentire l’esodo assistito e il trasferimento dei feriti all’area Triage.

 

L’attività esercitativa non ha avuto alcuna ripercussione sulla circolazione dei treni.

 

 

Articoli Correlati