“Chiunque sia un uomo libero non può starsene a dormire” - Aristofane
HomeAltri sportTurno infrasettimanale Lega A3 Volley, per l'OmiFer, in Sicilia una trasferta tutt'altro...

Turno infrasettimanale Lega A3 Volley, per l’OmiFer, in Sicilia una trasferta tutt’altro che… Modica

I ritmi battenti di questa fase della Regular Season Serie A3 Credem Banca non lasciano il tempo di gustare a pieno la strepitosa rimonta del PalaCalafiore, domenica pomeriggio, alle canotte azzurre di mister Radici, reduci da oltre due ore di gara che le ha viste imporsi al tie-break su un’ottima Aversa.

I ragazzi di Palmi sono già diretti in terra sicula dove, mercoledì sera, nella gara di turno infrasettimanale valida per l’11esima giornata del Girone Blu, proveranno ad espugnare la roccaforte dell’Avimecc Modica, squadra sempre molto ostica tra le mura amiche che proverà a riscattare subito la brutta sconfitta che l’ha vista soccombere per 3-0 al cospetto della QuantWare Napoli, fanalino di coda. I festeggiamenti, come ribadito da coach Radici, erano comunque destinati a durare poco: già dall’indomani della vittoria su Aversa, l’Omifer si è infatti messa subito al lavoro per preparare al meglio non soltanto l’imminente trasferta ma tutta una settimana ricca di impegni e, perciò, estremamente importante e delicata. Messo in archivio il 3-2 in rimonta di domenica, di quella partita al cardiopalma, resterà, oltre ai 41 punti del “marziano” Stabrawa, la magnifica reazione di tutta la squadra nel suo complesso, capace di tirar fuori al momento giusto la compattezza, la lucidità e le energie necessarie per raddrizzare le pieghe di una gara che sembrava ormai compromessa e che, viceversa, è stata ribaltata mettendo in campo l’anima e giocando una pallavolo davvero di alto livello.

“È stato bello perché ci siamo rialzati, aver reagito così è proprio notevole – ricorda il forte schiacciatore dell’OmiFer Peppino Carbone, protagonista di una partita praticamente perfetta – speriamo sia il preludio di qualcosa d’importante”. Ma non è questo il momento di bearsi dei risultati, lo sanno i giocatori e lo ribadisce mister Radici nella sua solita analisi della vigilia: “il piccolo lasso di tempo di cui abbiamo potuto usufruire per preparare in palestra la partita di Modica – ha evidenziato – ci ha permesso di definire alcuni dettagli, resettare la prestazione contro l’Aversa di domenica e riorganizzare al meglio le idee per affrontare questa trasferta che si preannuncia estremamente delicata e importante per entrambe le squadre, nel senso che troveremo un avversario che già nel proprio palazzetto ha fatto le sue migliori fortune e ha dimostrato di essere una compagine capace di battere team di altissimo livello, oltre che di ottenere praticamente quasi per intero il proprio bottino tra le mura amiche.

Inoltre, -ha aggiunto Radici – da quello che si evince, Modica viene da un paio di prestazioni sottotono per cui c’è sicuramente un’ulteriore voglia di rivalsa da parte di questo avversario che è caratterizzato da un palleggiatore che fa un gioco molto rapido ed è una squadra di ottima caratura tecnica, allenato da un amico di nome e di fatto, Giancarlo D’Amico appunto, che è un allenatore di prestigio, di esperienza e anche di grande forza morale. Per cui, senz’altro è un avversario molto difficile da affrontare in questo momento. Tuttavia, -ha rimarcato il coach dell’OmiFer – noi siamo coscienti e consapevoli che abbiamo le nostre armi da mettere in campo; cercheremo di affrontare la trasferta al meglio nei dettagli che servono per presentarci pronti alla partita. Speriamo davvero di poter dimostrare ancora una volta di avere nelle nostre corde la prestazione giusta anche in situazioni difficili coprendo con la determinazione quelle che sono le difficoltà di un paio di settimane da regime play-off respirando il giusto -ha concluso- e tuffandoci nelle emozioni della pallavolo; sarà questa la nostra bandiera”. Nessun ex in campo nella sfida tra Modica e Palmi che conta di sei precedenti, con 2 successi per l’Avimecc e 4 per l’OmiFer.

Articoli Correlati