“L'arte di non sapere, che non dev'essere confusa con l'ignoranza, perchè gli ignoranti non sono responsabili della loro triste condizione, nasce da un'idea autolatra ed egocentrica del mondo e della società” - Luis Sepúlveda
HomeAgoràAgorà Reggio CalabriaLe opere floreali degli studenti dell'AbaRc conquistano i visitatori dell'Infiorata di Taurianova

Le opere floreali degli studenti dell’AbaRc conquistano i visitatori dell’Infiorata di Taurianova

La creatività e l’originalità degli studenti della Accademia di Belle Arti segna la quinta edizione della rinomata kermesse “Infiorata di Taurianova”, dedicata quest’anno, alla giovane Denise Galatà scomparsa tragicamente in un incidente sul fiume Lao.
L’evento, promosso dalla Pro Loco “Taurianova nel cuore” con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, ha coinvolto anche gli studenti della nota Accademia reggina guidata dal direttore Piero Sacchetti, impegnati nella realizzazione di due lavori floreali: un omaggio al pittore Gustav Klimt e uno al writer britannico Banksy.
A realizzare i bellissimi omaggi, molto apprezzati dai visitatori, gli studenti Melania Barbera, Lara Cerqueira de Oliveira, Roberta De Cicco, Cristina Giarmoleo, Marco Scarcella, Denise Violani.
“I lavori dei nostri allievi denotano  una competenza che riflette un impegno e una passione importante per chi ama l’arte e intende metterla al centro della sua attività professionale – afferma il direttore Sacchetti -. Il costante e quotidiano supporto di tutto il Corpo docente garantisce agli studenti un fondamentale ed indispensabile aiuto per il raggiungimento di risultati importanti nel percorso di autonomia produttiva che stanno seguendo”.
Pienamente concorde il vice direttore Domenica Galluso che, nel ringraziare gli studenti per la dedizione e l’impegno mostrato alla manifestazione floreale, ricorda anche che “la Pro Loco presieduta dal presidente Nello Stranges, ha già invitato per la prossima edizione l’Accademia di Belle Arti e questo è un ulteriore sprone a proseguire quel processo operativo intrapreso dalla Scuola che dall’idea, premessa creativa,  attraverso il progetto esecutivo diventa prodotto finito, cioè opera d’arte”.
Queste esperienze formative hanno il pregio della freschezza intellettuale innovativa che è tipica dei nostri giovani ma, soprattutto, consentono ai futuri professionisti di partecipare a rendere più bello e animato il territorio in cui operano e vivono – conclude la professoressa Galluso -. L’arte è quella forma speciale di comunicazione che rende visibile e gentile ciò che non sempre lo è”.
Articoli Correlati