“La libertà, Sancio, è uno dei doni più preziosi che i cieli dettero agli uomini… Quindi per la libertà come per l’onore si può e si deve rischiar la vita” - Cervantes – “Don Chisciotte”
HomeAgoràAgorà CatanzaroInaugurato nuovo centro sociale nel quartiere Corvo di Catanzaro, il sindaco Fiorita:...

Inaugurato nuovo centro sociale nel quartiere Corvo di Catanzaro, il sindaco Fiorita: “E’ il quinto centro di aggregazione riaperto dall’impegno della nostra amministrazione”

Ieri l’Amministrazione Comunale di Catanzaro, alla presenza del sindaco Nicola Fiorita, della vicesindaca Giusy Iemma e dell’assessora alle Politiche Sociali Giusy Pino, ha inaugurato il nuovo Centro Sociale nel quartiere Corvo.
Si tratta di un ex asilo nido che è stato riconvertito in un centro di aggregazione sociale, frutto di un lavoro di analisi e di proposta messo in atto dall’amministrazione comunale insieme alle realtà del territorio.
“Abbiamo inaugurato il nuovo Centro Sociale nel quartiere Corvo. Un luogo che sarà un punto di riferimento per la comunità locale e che offrirà spazi per attività culturali, educative e ricreative”, ha dichiarato il sindaco Nicola Fiorita. “Questo centro rappresenta il quinto centro di aggregazione riaperto grazie all’impegno della nostra amministrazione, e in particolare dell’assessore Giusy Pino, a dimostrazione del nostro impegno per creare opportunità di incontro e crescita per tutti i cittadini.”
“Il progetto del Centro Sociale Corvo è nato da un dialogo continuo e costruttivo tra le associazioni locali e l’Amministrazione Comunale: un esempio virtuoso di come la collaborazione possa portare a risultati concreti e significativi. Con l’apertura di questo nuovo centro – ha commentato l’assessora Pino- si aprono nuove opportunità di incontro e di partecipazione attiva dei cittadini, per rendere il quartiere un luogo sempre più vivo e accogliente.
La selezione del partner per la gestione del centro, parte di un processo più ampio di sviluppo sociale e comunitario della città, ha portato all’individuazione dell’Associazione Culturale “Vecchi Giovani” (capofila di un’ATI con l’associazione Neomera) come soggetto incaricato della realizzazione di progetti presso il nuovo centro di aggregazione sociale di via Bezzecca.
Articoli Correlati