“La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla” - Gabriel Garcia Marquez
HomeAgoràAgorà CatanzaroCatanzaro, Veraldi: "Ringrazio Bosco per la discussione sul regolamento per il garante...

Catanzaro, Veraldi: “Ringrazio Bosco per la discussione sul regolamento per il garante della tutela degli animali”

“Arriva in 2* e 3* commissione consiliare la discussione sul regolamento per il Garante per la tutela degli animali, con il coinvolgimento del Presidente del Consiglio Avv. Gianmichele Bosco, che ringrazio pubblicamente.” Lo ha dichiarato Stefano Veraldi, Consigliere Comunale appartenente a Riformisti Avanti.

“Il regolamento – prosegue – era stato inserito tra gli emendamenti, presentati dal gruppo di cui faccio parte, Riformisti Avanti, alle linee programmatiche di mandato del Sindaco Nicola Fiorita.”

“L’emendamento N.1 prevedeva tra l’altro realizzazione di un’oasi canina e di un’oasi felina comunale, ubicate in zone di facile accesso anche ai cittadini, per favorire le adozioni dei randagi catturati o ritrovati. Favorire l’istituzione delle colonie feline, come anche indicato nel regolamento per la tutela degli animali approvato nell’ottobre del 2021, con le volontarie presenti sul territorio. Avviare la sterilizzazione di cani e gatti randagi Al fine di ridurre il fenomeno del randagismo. Attivare contestualmente un pronto soccorso per gli animali randagi in sinergia con il Servizio Veterinario dell’Asp. Attivare un Ufficio per i Diritti degli animali, e creare un sito Web dedicato contenente le informazioni necessarie e la modulistica per le richiesto di affido.” Ha continuato Veraldi.

“Tale figura è eletta dal Consiglio Comunale ed è scelta tra coloro che siano esperti di indiscussa integrità e moralità, di riconosciuta e comprovata esperienza, competenza e professionalità nella materia della tutela e dei diritti degli animali. Come già avviene in molte città italiane, anche Catanzaro potrebbe presto avere questa figura di tutela per i nostri piccoli amici a quattro zampe” – dice ancora il Consigliere di Riformisti Avanti.

“L’ufficio del Garante degli animali è la naturale evoluzione della sensibilità della società moderna verso le condizioni di vita degli animali. Il Garante, che non comporterà alcuna spesa per le casse comunali, avrà il compito di ricevere le segnalazioni di chiunque venga a conoscenza di atti o comportamenti lesivi dei diritti degli animali – conclude il consigliere – potrà denunciare all’autorità giudiziaria fatti o comportamenti relativi agli animali configurabili come reati, potendo costituirsi parte civile nei modi e nelle forme previsti dalla legge ma, soprattutto, dovrà essere propositivo, capace cioè di trovare nuovi percorsi di incontro e collaborazione tra Comune, Enti, Associazioni ed Istituzioni che operano nel campo della tutela dei diritti degli animali”

Articoli Correlati