“Pane e coraggio ci vogliono ancora che questo mondo non è cambiato, pane e coraggio ci vogliono ancora sembra che il tempo non sia passato” - Ivano Fossati
HomeCalabriaReggio CalabriaReggio Calabria, i consiglieri di centrodestra: "Senza Formez PA il Comune rinuncia...

Reggio Calabria, i consiglieri di centrodestra: “Senza Formez PA il Comune rinuncia allo Stato, alla trasparenza e all’imparzialità sui concorsi pubblici”

“Leggiamo con grande preoccupazione le dichiarazioni rese sui concorsi dall’assessore al personale Francesco Gangemi, che riferisce in piena campagna elettorale di essere alla ricerca, su Consip, di una società privata che gestisca i concorsi a Reggio Calabria al posto di Formez. Se quanto dichiarato da Gangemi fosse vero, saremmo davanti ad una situazione gravissima che va controllata con grande attenzione, perché vorrebbe dire che l’amministrazione comunale sul tema dei concorsi ha deciso di rinunciare alla trasparenza ed all’imparzialità. Perché rinunciare a Formez? Formez PA, infatti, è un organismo della Presidenza del Consiglio, in particolare del Dipartimento della Funzione Pubblica, rappresenta lo Stato e in quanto tale svolge regolarmente e rapidamente concorsi per tutti gli enti locali d’Italia, anche per assunzioni con numeri molto più alti dei 100 del Comune di Reggio Calabria. Basti pensare agli ultimi concorsi indetti dalla Regione Calabria o dai Ministeri, tutti gestiti da Formez”. Ad affermarlo in una nota i consiglieri comunali Mario Cardia (UDC), Giuseppe De Biasi e Antonino Minicuci (LEGA), Federico Milia, Antonino Caridi, Antonino Maiolino e Roberto Vizzari (FORZA ITALIA), Demetrio Marino (FRATELLI D’ITALIA), Massimo Ripepi (ITALIA AL CENTRO) e Guido Rulli (MINICUCI SINDACO).
“Formez PA, rappresentando lo Stato, è garanzia di trasparenza per tutti i concorsi pubblici. Quindi perché rinunciare, sui concorsi, alle garanzie di legalità che lo Stato offre tramite Formez PA? Ma c’è di più! Esiste già in Comune una Convenzione con la Città Metropolitana, grazie alla quale i due enti decidono di affidare congiuntamente a Formez la gestione dei concorsi programmati. Questa convenzione è stata discussa in Commissione Bilancio al Comune e grazie ad essa il Comune può risparmiare decine di migliaia di euro nella gestione dei concorsi ed i cittadini possono avere certezze sui tempi e sulle modalità di svolgimento delle prove dei concorsi. Perché questa Convenzione si è arenata? Che fine ha fatto? Perché l’assessore Gangemi ha voluto improvvisamente rinunciare a Formez, che rappresenta lo Stato? È da oltre 20 anni che non si fanno concorsi al Comune di Reggio. Perchè l’amministrazione comunale decide improvvisamente ed in campagna elettorale di affidare il futuro della Città e dei giovani ad una ditta privata qualsiasi scelta su Consip, anziché a Formez PA, che rappresenta la trasparenza? Reggio per questi concorsi ed in generale ha bisogno della massima legalità, a garanzia di tutti i cittadini. Quali sono le scelte politiche che giustificano tutto questo? Si tratta di una decisione molto grave, che suscita più di un interrogativo. Da consiglieri comunali vigileremo con attenzione, – conclude la nota – chiedendo sin da ora l’audizione dell’assessore Gangemi in Commissione Controllo e Garanzia e riservandoci di compiere tutti gli atti necessari, su questa vicenda, a tutela della Città e dei cittadini”.
Articoli Correlati