“Se avete preso per buone le «verità» della televisione, / anche se allora vi siete assolti / siete lo stesso coinvolti” - Fabrizio DeAndrè, Canzone del maggio, n.° 2
HomeCalabriaCatanzaroRogo Scordovillo, Furgiuele (Lega): "Troppa leggerezza istituzionale"

Rogo Scordovillo, Furgiuele (Lega): “Troppa leggerezza istituzionale”

“Sono indignato per le conseguenze dell’ennesimo incivile rogo appiccato ieri nel solito campo rom di Scordovillo, del quale lo Stato non riesce a riappropriarsi, anche per evidenti svarioni amministrativi e istituzionali. Avevo chiesto al Prefetto di Catanzaro mesi fa con una pec, e poi a mezzo stampa, di valutare l’opportunità di presidiare quella enclave di illegalità con un’aliquota di personale militare rientrante nell’operazione ‘Strade sicure’.
Ebbene a questa mia accorata nonché reiterata richiesta non si è mai voluto dare una risposta di senso compiuto. In compenso abbiamo assistito a convocazioni di tavoli, tavolozze e tavolini, anch’essi andati in fumo insieme ai proclami regionali, comunali e prefettizi. Quello che allarma è che anche il ‘bene fiducia’ dei cittadini verso i governi regionale e comunale sta andando in fumo. Qualcuno ancora oggi stenta a capire che c’è bisogno di atti concreti per disinnescare la bomba ecologica di Scordovillo. Invero, la tracotanza di certi malfattori, che si permettono il lusso di sfregiare la città nel giorno di Sant’Antonio, si nutre anche dell’approccio leggerino di tutte le istituzioni coinvolte nella bonifica del sito, nessuna esclusa.
Chiedo a Regione, Comune e Prefetto, che cosa si attende ancora per posizionare i militari a presidio del campo? Deve scapparci il morto o interveniamo una volta per tutte con determinazione?”

Lo dichiara il deputato calabrese della Lega Domenico Furgiuele, vice capogruppo alla Camera.

Articoli Correlati