“L'arte di non sapere, che non dev'essere confusa con l'ignoranza, perchè gli ignoranti non sono responsabili della loro triste condizione, nasce da un'idea autolatra ed egocentrica del mondo e della società” - Luis Sepúlveda
HomeCalabriaCatanzaroCatanzaro, Boccia: “Con candidatura Fiorita attuato campo largo”

Catanzaro, Boccia: “Con candidatura Fiorita attuato campo largo”

“La candidatura a sindaco di Catanzaro di Nicola Fiorita per il centrosinistra noi l’abbiamo voluta e costruita perché lui è stato un punto fermo nella costruzione di quel campo largo che in questa città vogliamo realizzare con i catanzaresi, con la città e con quella parte di comunità che ha voglia di dire che conta, che non abbassa la testa e che crede ancora nella politica”. Lo ha detto Francesco Boccia, responsabile nazionale Enti locali del Partito democratico incontrando a Catanzaro i componenti della lista dem alle elezioni comunali a sostegno del candidato sindaco del centrosinistra Nicola Fiorita. All’iniziativa hanno partecipato il segretario regionale del Pd Nicola Irto e quello provinciale Domenico Giampà.

“In molte città come a Catanzaro – ha aggiunto Boccia – i candidati sindaci non sono iscritti al Pd ma sono pezzi di storia del progressismo, del riformismo, dell’idea democratica che abbiamo. Noi siamo consapevoli che solo unendoci nelle città dove andiamo al voto e che sono 26, otterremo il risultato migliore. Cinque anni fa noi perdemmo quasi ovunque per un’autosufficienza arrogante e la destra vinse ovunque, Catanzaro compresa, perché di fatto utilizzò le nostre divisioni. Cinque anni dopo, con la sperimentazione che abbiamo fatto alcuni mesi fa, nell’ ottobre scorso, i risultati hanno ribaltato i pronostici e abbiamo vinto in tutte le città. Questo perché siamo stati uniti e abbiamo, insieme, opposto le ragioni del bene delle città rispetto alle ambizioni legittime dei singoli”.

“Questa città è destinataria come tutti i capoluoghi di regione e di provincia di risorse ingenti del Pnrr. Scusatemi ma io non ho nessuna intenzione di vedere, il Pnrr, l’ultima occasione della nostra vita politica e delle nostre speranze sociali nelle mani di una destra, che io definisco “destraccia” e non per mancanza di rispetto”. “Ho anzi grande rispetto – ha aggiunto di una destra coerente che ha un’idea assolutamente distante e una visione di società totalmente alternativa alla mia; e, infatti, quando sono arrivato sono andato a salutare Wanda Ferro, candidata sindaco di Fratelli d’Italia che aveva tenuto un’iniziativa in una sala poco distante. Loro sono strutturalmente antieuropeisti, non credono in un’Europa forte mentre noi crediamo in un’Europa forte che si occupi delle questioni sociali e che si faccia carico del debito delle nuove generazioni, crediamo nell’Europa della difesa comune e della sanità e ci crediamo così tanto perché siamo quelli che questo percorso l’hanno costruito”.

“Le risorse del Pnrr le abbiamo volute – ha detto ancora Boccia – noi perché la destra ha votato contro. Dunque c’è una destra coerente dalla quale ci distingue tutto e poi c’è la ‘destraccia’ che la guardi e non la capisci più; che è fatta di gente che si mette insieme e si detesta e lo state vedendo qui a Catanzaro. A differenza di tutto ciò, noi dobbiamo raccontare la nostra visione di società che è fatta di sanità pubblica che va rafforzata, di scuola pubblica sempre più forte, di una prospettiva di salvaguardia delle risorse naturali. Questo è il campo largo di cui parliamo, l’unità dei riformisti, dei progressisti e democratici e abbiamo l’ambizione di rafforzarlo nel Paese”.

Articoli Correlati