“Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati” - Bertolt Brecht
HomeCalabriaIl broker del narcotraffico Andrea Deiana detto "Bansky" importò in Lombardia 617...

Il broker del narcotraffico Andrea Deiana detto “Bansky” importò in Lombardia 617 chili di hashish: gestiva anche “forniture calabresi”

Con il latitante Vincenzo Amato, esponente del clan Coluccia di Galatina (Lecce), il presunto broker del narcotraffico Andrea Deiana (entrambi destinatari della misura cautelare in carcere) avrebbe organizzato l’importazione di un maxi carico di 617 chilogrammi di hashish, di cui cento chili in parte ceduto in Lombardia. E’ quanto ha ricostruito la maxi inchiesta della Squadra mobile e della Dda milanese analizzando le conversazioni tra i due indagati. Sempre Amato e Deiana, soprannominato Bansky, avrebbero gestito l’intermediazione di complessivi 70 chili di cocaina il 26 ed il 30 agosto 2020 a Vibo Valentia. La droga – stando alle intercettazioni al centro dell’inchiesta della Squadra mobile e della Dda milanese – sarebbe stata ceduta da “fornitori calabresi a trafficanti napoletani”.

Articoli Correlati