“Chiunque sia un uomo libero non può starsene a dormire” - Aristofane
HomeCalabriaLa ‘ndrangheta nella sanità reggina “grazie alla collusione di professionisti e funzionari”

La ‘ndrangheta nella sanità reggina “grazie alla collusione di professionisti e funzionari”

”Le ingenti risorse economiche di cui la ‘ndrangheta dispone grazie alla commissione di attività illecite sempre più diversificate in quanto spaziano dal narcotraffico internazionale all’infiltrazione negli appalti pubblici, alle estorsioni, al gaming e al business dei prodotti petroliferi, consentono alle consorterie di muoversi in posizione di vantaggio rispetto alle imprese ‘sane’ e di vanificare e aggirare le regole della libera concorrenza anche utilizzando azioni intimidatorie e corruttive”. È quanto si legge nella Relazione Semestrale della Dia riferita al primo semestre 2021.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Così la ‘ndrangheta ha interrato rifiuti nella Piana di Gioia Tauro: valori sopra soglia del 6.000%

”Significative nel semestre appaiono alcune inchieste incentrate sia sul controllo sistematico del comparto sanitario nel reggino, grazie anche alla collusione con professionisti e funzionari del settore, sia sul riciclaggio di ingenti capitali realizzato da società petrolifere intestate a prestanome. Altre indagini hanno ancora rilevato la capacità dei sodalizi calabresi di infiltrare e padroneggiare anche i meccanismi finanziari più raffinati per commettere frodi fiscali mediante l’emissione di fatture per operazioni inesistenti”. È quanto si legge nella Relazione Semestrale della Dia riferita al primo semestre 2021.

Articoli Correlati