“Chiunque sia un uomo libero non può starsene a dormire” - Aristofane
HomeAgoràAgorà Cosenza"Ecoross Educational" fa tappa a Mendicino (CS): bambini propulsori di buone pratiche

“Ecoross Educational” fa tappa a Mendicino (CS): bambini propulsori di buone pratiche

Ecoross Educational fa tappa all’Istituto Comprensivo di Mendicino, trovando alunni compiaciuti e divertiti dalle modalità con cui l’informatrice ambientale Aldina Provenza è riuscita a farli entrare in contatto con la realtà del riciclo e del riutilizzo dei rifiuti. «Il quotidiano ci mette dinanzi a questo tipo di scelte che diventano un’educazione per tutta la vita; i bambini sono in grado di dare ai genitori le indicazioni giuste, imparando a scuola e divulgando le loro conoscenze a casa», queste le parole della Dirigente Scolastica dell’IC di Mendicino dott.ssa Assunta Morrone, da sempre sensibile alle tematiche ambientali. Per la DS i bambini si dimostrano più attenti degli adulti al rispetto ambientale, ma «hanno bisogno di esempi, devono trovare terreno fertile a casa; è necessaria – conclude la DS – una forte sinergia tra scuola-famiglia, non solo sullo studio ma anche per quanto riguarda l’educazione ambientale». Dello stesso avviso è l’Assessore alla Pubblica Istruzione, ing. Irma Bucarelli: «I ragazzi, che assorbono come una spugna, diventano propulsori di conoscenza anche per i genitori che, talvolta, dimenticano nella frenesia del quotidiano delle regole fondamentali».

Alle lezioni ha presenziato anche il Sindaco di Mendicino, ing. Antonio Palermo, sottolineando quello che è il punto di inizio di una buona raccolta differenziata e le potenzialità che ne conseguono: «I bambini sono la risorsa essenziale per salvaguardare l’ambiente, tutelarlo, riciclare i rifiuti che possono essere una grande opportunità anche di sviluppo, di economia, di occupazione e di lavoro.  Attirare i bambini verso questi temi, servendosi di una modalità ludica – aggiunge – li fa entrare in contatto con la realtà del riciclo, del riutilizzo. In questo modo salvaguardano l’ambiente divertendosi».

La riflessione del Sindaco si è poi spostata sulla realtà territoriale e sui progressi compiuti in termini di tutela ambientale: «Mendicino in questi anni – prosegue l’ing. Palermo – ha fatto un grande passo in avanti; otto anni fa abbiamo iniziato la raccolta differenziata, la città traboccava di rifiuti e questa prospettiva era un sogno; in pochi mesi abbiamo intrapreso un percorso che dura ancora oggi, anzi, si implementa sempre di più. Mendicino oggi è davvero una città che nutre un grande rispetto ambientale. Per continuare in questa direzione – conclude – dobbiamo puntare sempre di più su grandi azioni di riciclo e di riutilizzo».

Il trend è quindi positivo, come conferma  il dott. Simone Turco, Responsabile dei Servizi di Igiene Urbana di Ecoross: «Sono ottime le percentuali di raccolta differenziata per Mendicino, si auspica di chiudere l’anno 2022 con un risultato importante, magari intorno al 70% per quello che è il trend degli ultimi undici mesi, candidandola quindi a comunità virtuosa, verso traguardi ambiziosi. Mendicino è una cittadina molto pulita, visibile dallo stato dei luoghi. Come gestore del servizio siamo fortemente soddisfatti del lavoro svolto in maniera sinergica con l’ente comune, l’amministrazione, gli uffici tecnici e tutti i cittadini. Un ringraziamento e un plauso – conclude – vanno a tutti coloro i quali quotidianamente si adoperano affinché questa città sia un modello virtuoso».

Il dott. Turco ricorda infine il principio che rende possibile tutto questo, ossia l’educazione ambientale, declinata in un’offerta molto ricca che ha trovato sin da subito la partecipazione entusiastica dei bambini: «Noi cogliamo quella che è la loro sensibilità proprio con il loro impegno di divulgare ciò che apprendono e le buone pratiche anche in ambito familiare. Posso affermare con orgoglio e soddisfazione – conclude – che la progettualità di Ecoross in ambito scolastico sta riscuotendo un ottimo successo. Testimonianza ne è anche l’alto livello di gradimento che riscontriamo facendo ingresso nelle scuole, dal corpo docenti ai genitori e ai dirigenti scolastici. È un ottimo risultato, da riconfermare sempre con maggiore impegno».

Articoli Correlati