“Gli eserciti cessano di avanzare perchè le persone hanno le orecchie e i pastori e i soldati giacciono sotto le stelle scambiandosi opinioni” - Patti Smith – “People have the power”
HomeAgoràIl nuovo podcast del Festival della Comunicazione: 10 domande sull'intelligenza artificiale a...

Il nuovo podcast del Festival della Comunicazione: 10 domande sull’intelligenza artificiale a Nello Cristianini fatte dalla chatbot al centro del dibattito d’attualità

Mentre il Garante della Privacy apre un’indagine su ChatGPT per l’assenza di una base giuridica che giustifichi la raccolta di massa e la conservazione dei dati personali, il Festival della Comunicazione lancia il suo nuovo podcast in cui è proprio l’intelligenza artificiale a interrogarci (e interrogarsi) su se stessa. A rispondere e approfondire l’argomento è Nello Cristianini, professore di AI all’università d Bath e autore del libro “La scorciatoia” pubblicato da il Mulino, che ha chiesto alla chatbot ChatGPT di porgli le 10 domande che sono più rilevanti in tema di intelligenza artificiale.

E le sue risposte riescono a illuminare su questioni di grande interesse e di scottante attualità, in una realtà in cui le tecnologie sono in continua evoluzione: dalla definizione di intelligenza artificiale ai vantaggi e ai rischi del suo utilizzo, dalle implicazioni sul mondo del lavoro alle questioni di etica e privacy, fino all’identificazione e alla gestione dei suoi stessi bias e delle discriminazioni. Cristianini, soprattutto, sfata il mito dell’AI come soluzione assoluta a problematiche globali come il cambiamento climatico, le malattie e la povertà: infatti se da una parte l’AI può essere utile nel rendere la società più efficiente, dall’altra non può essere considerata la risposta a ogni problema.

Cristianini, incalzato dalle domande della chatbot, spiega che non è facile chiedere alle macchine di comportarsi in modo etico e responsabile, perché l’intelligenza artificiale è sì capace di imparare, ma su basi statistiche: i valori, le norme, le leggi che animano la nostra morale non sono comprensibili all’intelligenza artificiale stessa. “Prova a spiegare alla lumaca del giardino, che pure è un essere intelligente, che non può mangiare il mio basilico perché è mio e mi reca un danno”, spiega per esempio Cristianini. “Spiegare a una macchina capace di intelligenza artificiale norme e valori della nostra società è un po’ come parlare a quella lumaca”.

Il podcast, dal titolo “La scorciatoia” e disponibile gratuitamente su www.festivalcomunicazione.it, www.framecultura.it e sulle principali piattaforme per l’ascolto, fa parte della serie “Storie che lasciano il segno”, una raccolta di contenuti nuovi e inediti dalla voce diretta dei grandi protagonisti del Festival della Comunicazione. Nello Cristianini sarà anche tra gli oltre 100 grandi ospiti della decima edizione del Festival della Comunicazione, in programma a Camogli da giovedì 7 a domenica 10 settembre e che avrà come tema Memoria.

Articoli Correlati