“Ogni falsità è una maschera, e per quanto la maschera sia ben fatta, si arriva sempre, con un po' di attenzione, a distinguerla dal volto” - Alexandre Dumas - “I tre moschettieri”
HomeCalabriaCosenzaMuglia nominato Garante dei detenuti, il sindaco Caruso: "Non poteva essere fatta...

Muglia nominato Garante dei detenuti, il sindaco Caruso: “Non poteva essere fatta scelta migliore”

Esprimo compiacimento e particolare soddisfazione per la nomina, da parte della Regione Calabria, dell’Avvocato Luca Muglia a Garante dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale”.

Lo ha affermato il Sindaco di Cosenza, Franz Caruso, dopo aver appreso della recente nomina di Muglia.

“E’ una nomina che mi inorgoglisce in modo particolare – ha detto ancora il primo cittadino – perché l’avvocato Luca Muglia è stato uno dei più stretti e validi collaboratori del mio studio legale, dove abbiamo condiviso un significativo pezzo della nostra strada professionale e dove ho avuto modo di apprezzare anche le sue doti umane, ancor prima di quelle lavorative. A parte questa considerazione di tipo personale – ha aggiunto Franz Caruso – ritengo, come Sindaco della città, che non poteva essere fatta scelta migliore, soprattutto per l’esperienza che l’avvocato Muglia ha maturato presso il Tribunale per i minori di Catanzaro, nella sua qualità di giudice onorario ed anche in seno all’Unione nazionale delle Camere minorili della quale è stato anche Presidente. Lo dico anche per il mio essere convinto sostenitore delle tante battaglie garantiste contro ogni forma di discriminazione e a tutela delle categorie più deboli della nostra società, dai bambini, agli anziani, ai detenuti. Per questo sono ancora di più persuaso – ha rimarcato Franz Caruso – che l’impegno dell’avvocato Muglia, sorretto da grandi competenze professionali e sempre a favore dei soggetti più deboli della società, sarà messo al servizio del suo nuovo e prestigioso incarico che – ne sono pienamente consapevole – saprà portare avanti nel solco tracciato dai suoi studi e dai suoi approfondimenti sui percorsi di rieducazione e reinserimento sociale e sulla tutela dei diritti dei detenuti”.

Articoli Correlati