“La libertà, Sancio, è uno dei doni più preziosi che i cieli dettero agli uomini… Quindi per la libertà come per l’onore si può e si deve rischiar la vita” - Cervantes – “Don Chisciotte”
HomeCalabriaCatanzaroIntelligent Cities Challenge, il Comune di Catanzaro a Oporto: "Nuovi scambi e...

Intelligent Cities Challenge, il Comune di Catanzaro a Oporto: “Nuovi scambi e gemellaggi per lo sviluppo urbano verso transizione digitale ed ecologica”

Ha riscosso curiosità e interesse la partecipazione di Catanzaro all’evento organizzato a Oporto, in Portogallo, dalla Commissione Europea come momento di incontro e scambio di esperienze tra le Città europee che partecipano al Progetto ICC (Intelligent Cities Challenge), rete delle Città intelligenti d’Europa. Un network di cui Catanzaro fa parte ormai da cinque anni insieme ad altre realtà impegnate a governare il cambiamento urbano con i processi di transizione digitale ed ecologica.

All’evento di Oporto, tenutosi nella splendida cornice della Sala degli Arabi del Palazzo della Borsa, hanno partecipato per la Città di Catanzaro il Presidente del Consiglio Comunale, Gianmichele Bosco, il coordinatore del Progetto ICC, Antonio De Marco, il local expert Vincenzo Costantino, e il Direttore del MUDIAC, Matteo Sainato. Con loro anche il coordinatore dell’Ufficio centrale ICC per la città di Catanzaro, Saverio Romeo. Un’occasione per ribadire l’impegno delle comunità coinvolte nella rete del Progetto ICC sul tema strategico dei patti per l’ambiente, come focus dell’attenzione dell’Unione Europea, e che si tramuta nel Progetto ICC nella sottoscrizione di “Local Green Deal”. Il Comune di Catanzaro, che ha scelto di partecipare alla rete tematica sulla “Cultura” del Progetto ICC, ha illustrato a Porto le attività svolte con il partenariato socio-economico, l’associazionismo culturale ed il Terzo Settore per la progettualità legata al PON Metro Plus, intrecciando cultura e inclusione sociale nella fase di co-programmazione e co-progettazione degli interventi.

L’esperienza di Catanzaro è stata molto apprezzata dagli interlocutori delle altre Città europee, soprattutto in ragione dell’originale integrazione garantita da Catanzaro tra azioni culturali, specialmente di street e urban art, e processi di inclusione sociale e di economia innovativa sociale. Sulle scelte strategiche in materia di sviluppo urbano sostenibile, il presidente Bosco ha manifestato l’adesione della Città di Catanzaro all’appello alla Commissione Europea ed ai Governi dei Paesi Membri, che è stato sottoscritto al termine dell’evento di Oporto, e che prevede il rilancio della competitività locale sostenibile attraverso i “Green Deal locali”, riconoscendo il ruolo cruciale dei partenariati pubblico-privato a livello territoriale nel guidare la transizione verde.

Un patto tra sindaci e amministratori locali che hanno inteso, così, sostenere la relazione di Enrico Letta sul futuro del mercato unico e la sua “libertà di restare”, sostenendo un approccio territoriale per un mercato unico più forte, più giusto e più competitivo, e impegnandosi a collaborare per rigenerare le economie locali e valorizzare le conoscenze e le reti locali. “A nome di tutta l’amministrazione, voglio esprimere il senso di orgoglio per il forte coinvolgimento del Comune di Catanzaro in questo impegno globale delle Città Europee”, commenta Gianmichele Bosco. “Una dimensione che la Città Capoluogo è riuscita a ritagliarsi in questi anni e che dimostra la capacità di programmare e ripensare lo sviluppo urbano, guardando ai target comunitari in materia di transizione ambientale e digitale. Da queste basi, proseguirà l’impegno nella costruzione di nuovi scambi e gemellaggi tra città intelligenti, per indirizzare la pianificazione territoriale verso una prospettiva europea”.

Articoli Correlati