“La libertà è uno stato di grazia e si è liberi solo mentre si lotta per conquistarla” - Luis Sepúlveda
HomeCalabriaCosenzaAggressione Piazza dei Valdesi a Cosenza, la condanna del Sindaco: "A nulla...

Aggressione Piazza dei Valdesi a Cosenza, la condanna del Sindaco: “A nulla sono valsi gli appelli per cambiare una mentalità oggi difficile da estirpare”

L’episodio di questa mattina in Piazza dei Valdesi è da condannare inappellabilmente. Non è possibile registrare ancora oggi episodi di violenza nei confronti delle donne”. Lo afferma il Sindaco di Cosenza, Franz Caruso, commentando l’aggressione avvenuta questa mattina nel centro storico della città. “L’aggressione che si è consumata in città ci fa comprendere, una volta di più, che a nulla sono valsi gli appelli e i moniti che anche le istituzioni, affannosamente, rivolgono nelle tante occasioni di discussione o riflessione, per cambiare una mentalità che, invece, si mostra, per retaggi che riesce sempre più difficile estirpare, resistente al cambiamento. Ogni qual volta episodi del genere si ripetono – sottolinea Franz Caruso – è una sconfitta per le istituzioni, per la città, per l’impegno che la società civile profonde nelle iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica contro ogni forma di violenza sulle donne. La strada da percorrere è ancora tanta ed in salita e noi dobbiamo sforzarci con ogni mezzo per stigmatizzare aspramente accadimenti come quello di oggi. Se non si vuole veder fallire miseramente l’obiettivo di una società migliore, rispettosa del ruolo della donna e della sua dignità, nella famiglia come nella professione e nella vita sociale, è necessario riconsiderare il rapporto uomo-donna, compiendo ogni sforzo per ripristinare – ed ogni occasione è quella giusta – quel rispetto che da tutti noi è dovuto nei confronti della donna, ricacciando indietro ogni forma di violenza, di sopruso o discriminazione che non possono essere più tollerate in un contesto completamente mutato e che deve guardare al futuro con fiducia e non con il timore che episodi del genere abbiano ciclicamente a ripetersi”.

Articoli Correlati