Vibo Valentia
 

Vibo Valentia verso dissesto, Corte dei conti boccia il Piano di riequilibrio finanziario

limardo mariaVibo Valentia rischia per la seconda volta il dissesto finanziario. È quanto si evince dalla bocciatura del Piano di riequilibrio finanziario adottata dalla Corte dei Conti di Catanzaro, che era stato presentato nell'agosto del 2019. Al centro della bocciatura, naturalmente, l'attuale amministrazione Vibonese guidata dalla sindaca Maria Limardo; nonostante l'amministrazione Limardo si sia avvalsa di azioni per impedire il dissesto finanziario con la predisposizione di un piano di rientro del debito da 24 milioni di euro (poi diventati 61), in mano all'assessore al bilancio, Maria Teresa Nardo.

A nulla sono anche valse le numerose richieste di chiarimenti avanzate dai giudici di Catanzaro e pertanto è stata ufficializzata la dichiarazione di secondo dissesto di palazzo Luigi Razza. Giunge stamattina, dunque, il provvedimento ufficiale di respingimento.

Il primo dissesto finanziario era stato dichiarato nel giugno del 2013 dall'ex amministrazione di centrodestra dell'allora sindaco Nicola D'Agostino e chiuso dalla commissione straordinaria di liquidazione dopo ben otto anni di lavoro sui conti pubblici dell'ente.

Del nuovo dissesto finanziario il sindaco Maria Limardo ha informato il prefetto di Vibo Valentia Roberta Lulli.